Tempo di lettura: 2 minuti

Il 23 settembre alle ore 9,30 si svolgerà alla Casa circondariale di Benevento il laboratorio creativo “Gli ultimi saranno – Conforto dell’arte, vicinanza delle istituzioni”. Raffaele Bruno insieme al gruppo di musicisti, attrici e attori campani, formato da Federica Palo, Maurizio Capone, Massimo De Vita e Enzo Colursi, darà vita ad un rito di improvvisazione che vedrà i detenuti non solo come spettatori, ma anche parte integrante dell’evento.

L’arte come strumento di riavvicinamento tra le persone e di inclusione di chi vive ai margini della società, questo è il proposito del progetto, che vede in prima linea nell’ideazione e nell’organizzazione Raffaele Bruno, direttore artistico del collettivo “Delirio Creativo”, è stato assistente di Stefano Benni nei suoi seminari, autore di testi teatrali e canzoni, ha una esperienza decennale nell’insegnamento in contesti diversi (scuole, carceri, comunità, centri per pazienti psichiatrici, aziende e compagnie teatrali). Da marzo 2018 è deputato con il Movimento5stelle.

 “È tempo di prendersi cura degli emarginati affinché anche loro abbiano la possibilità di sognare e scegliere cosa fare della loro vita. È compito delle istituzioni comprendere, ascoltando, i bisogni delle persone in condizioni di criticità.” Raffaele Bruno precisa “Con questo progetto prestiamo attenzione a quelli che la società tratta da ‘ultimi’, tenendoli ai margini. Al via, quindi, una serie di attività finalizzate a porre l’attenzione su questo tema, troppo spesso ai margini del dibattito pubblico.”
Il progetto “Gli ultimi saranno” prevede una serie di appuntamenti nelle carceri, nelle comunità, negli ospedali e nelle scuole per coinvolgere tutti i destinatari attraverso laboratori creativi, in cui i partecipanti avranno spazio per mostrare il loro talento, interagendo con gli artisti.

L’iniziativa si inserisce in un progetto più ampio di diffusione e valorizzazione dei laboratori creativi attivi nei luoghi di sofferenza, che mira a mettere in evidenza gli straordinari risultati sulle persone che vi partecipano.
Numerosi sono gli appuntamenti in programma: 30 settembre, Casa circondariale di Roma Regina Coeli; 4 novembre Casa circondariale femminile di Pozzuoli (NA); 18 novembre, Casa di reclusione di Sant’Angelo dei Lombardi (AV); 30 novembre, Casa circondariale di Secondigliano (NA); 2 dicembre, Casa circondariale di Salerno; 16 dicembre, Casa di reclusione di Eboli (SA).

Per informazioni e ulteriori aggiornamenti, consultare il sito www.gliultimisaranno.it.