Pallamano, La Peccerella: “Anno fantastico, Benevento sarà Capitale”

Pallamano, La Peccerella: “Anno fantastico, Benevento sarà Capitale”

Tempo di lettura: 4 minuti

Benevento – Qualificazione ai play off per la A1, dieci giovani convocati tra rappresentative di area e nazionale, organizzazione delle finali giovanili under 19 e under 21 nel Sannio e la prima, storica vittoria della squadra femminile nel campionato di serie A2. Per la Pallamano Benevento doveva essere la stagione post-retrocessione, invece sarà ricordata come quella della consacrazione. 

Le soddisfazioni sono fioccate dalle parti del PalaFerrara e hanno finito per interessare tutte le squadre della famiglia giallorossa. Al punto che Carlo La Peccerella  quasi non riesce a trovare le parole per descrivere il suo stato d’animo: “Di meglio non avrei potuto desiderare, finora è stata un’annata fantastica”, dice ai microfoni di Anteprima24. E’ alla guida della società dall’anno della fondazione, il 2011, ma la crisi dell’ottavo anno è tutt’altra cosa: “Stiamo avendo conferma proprio in questi mesi che abbiamo lavorato bene nel tempo. L’organizzazione delle finali nazionali under 21 e 19, oltre che del trofeo delle aree, simboleggia proprio la forte credibilità acquisita in seno alla federazione. Siamo una società rispettata nel mondo della pallamano, questo riempie d’orgoglio tutti noi”. 

Dal 30 maggio al 2 giugno il Sannio ospiterà le finali della categoria under 21, dal 6 al 9 giugno quelle della categoria under 19 in contemporanea con l’atto conclusivo del trofeo delle aree. 
“Non sono appuntamenti di poco conto, tutt’altro. Il Sannio deve sfruttare questa opportunità perché la città in quei giorni si troverà ad accogliere centinaia di persone tra atleti, genitori, addetti ai lavori o semplici appassionati. Ringrazio sin da ora il Comune, nella persona del consigliere Enzo Lauro, e l’ente Provincia per la disponibilità che hanno mostrato nell’aiutarci a farci trovare pronti. E’ una sfida che dobbiamo vincere tutti insieme, noi come società e il Sannio come territorio. Le strutture evidentemente ci sono, anzi speriamo di avere a disposizione anche il PalaTedeschi per le partite più importanti degli eventi, sarebbe bellissimo. Come ho detto al consigliere Lauro, ci giochiamo tanto. Se il modello organizzativo dovesse avere successo, potremmo riproporlo in futuro con ampi benefici per tutta la comunità”. 

Al trofeo delle aree prenderanno parte ben nove giocatori del vivaio giallorosso, sei convocati nella squadra maschile e tre in quella femminile nelle due selezioni che accorpano i migliori under 16 di Campania, Lazio e Molise:
“Si tratta di un risultato davvero magnifico. Fragnito, Rossi, La Peccerella, Schipani, Verdicchio e De Stasio saranno protagonisti con la selezione maschile, e nella femminile ci saranno Viglione, Genito e Vetrone. Il tutto senza dimenticare la convocazione di Davide Galliano prima con la Nazionale under 17 e poi con quella under 19. Una chiamata che ci riempie ancora di più di orgoglio e ci conferma che stiamo lavorando nel miglior modo possibile”. 

Alle soddisfazioni derivanti dalle convocazioni se ne sono aggiunte altre dovute ai risultati sul campo. Qual è il momento che può essere definito il più emozionante per un presidente?
“Si fa fatica a trovarne uno. La strada più semplice sarebbe citare il raggiungimento dei play off per la serie A1, che equivale alla vittoria di un campionato. Le Final Eight di Cassano Magnago (1-5 maggio ndr.) ce le siamo meritate, abbiamo giocato un girone di ritorno perfetto, in cui non siamo mai andati ko. Affronteremo avversari di caratura superiore, squadre solidissime, ma sogniamo di essere la classica outsider. Detto questo, non posso dimenticare la gioia provata per la prima vittoria della squadra femminile. Quando le ragazze hanno vinto a Pontinia ero al settimo cielo. E’ il loro primo campionato, sono tutte giovanissime, era difficile vincere una partita quest’anno, ma loro lo hanno fatto. Sono state grandiose, devono continuare su questa strada”. 

E quando si parla di giovani, si parla di futuro. Quello della Pallamano Benevento, visti i presupposti e visto il titolo nazionale conquistato lo scorso anno dall’under 13, si colora di grandi prospettive: 
“Se dovessi citare qualche nome in particolare non riuscirei, perché li sceglierei tutti. La Pallamano Benevento è una grande famiglia in cui tutti danno il proprio contributo. L’obiettivo è crescere come movimento, migliorare con criterio e senza cercare scuse o alibi evitando di fare piagnistei. E’ ciò che ha da sempre contraddistinto la nostra società: sacrifici e tanto lavoro. Anche perché i risultati, quando si dà tutto per qualcosa, poi arrivano”. 

 


Scarica la nostra App
Disponibile su Google Play




Commenti