Tempo di lettura: 6 minuti

L’eco dell’impresa compiuta dal Benevento si avvertirà per diverso tempo all’ombra della dormiente. Dopo la conquista della serie A da parte dei giallorossi arrivano i messaggi di congratulazioni da parte delle istituzioni. 

“Un traguardo straordinariamente importante per il Sannio che, ne sono certo, rientrerà con meritata rilevanza negli annali storici della città di Benevento e della sua provincia. La riconosciuta tecnica, la capacità di fare squadra e la speranza di arrivare in serie A hanno fatto del Benevento una compagine di qualità capace di animare e coinvolgere tutti. Un grazie ai giocatori che con grinta e caparbietà hanno concretizzato un sogno e all’allenatore Baroni che ha motivato, fino al successo, una squadra sensazionale. Grazie alla società e al presidente Vigorito, persona attenta che ha saputo guardare oltre la serie B e valorizzare il potenziale di una squadra irraggiungibile. Grazie a chi, in questi anni, con coraggio ha accompagnato il percorso di ascesa della nostra squadra. Grazie a chi allo stadio, nelle piazze della nostra provincia, da casa in Italia e in ogni parte del mondo ha tifato Benevento e ha contribuito a scrivere questa storia. Grazie a queste settimane di intrepida attesa nelle quali in tanti hanno conosciuto questa bella realtà d’Italia ricca di passione sportiva, che in questo salto di qualità ritrova le ragioni e le speranze di un’opportunità di riscatto delle aree interne. Il Benevento in serie A è indiscussa opportunità per rilanciare un magnifico territorio che ha risorse culturali, paesaggistiche, enogastronomiche uniche nel loro genere” (Umberto Del Basso De Caro, Sottosegretario di Stato alle Infrastrutture e Trasporti).

«Sono sicuro che l’immensa risonanza mediatica che ha avuto nel Paese questa storica promozione in Serie A del Benevento sarà foriera di positivi, legittimi e rinnovati interessi sulle eccellenze culturali, artistiche, storiche, naturalistiche, paesaggistiche, enogastronomiche sannite e, dunque, segnerà una nuova stagione di rinascita per la Città e la Provincia. I calciatori, il tecnico Baroni, il Presidente Vigorito, tutto lo staff del Benevento hanno portato a termine una vera e propria impresa. A loro va il grazie sincero di tutti gli sportivi sanniti. Lo scorso anno la squadra aveva già raggiunto uno storico traguardo con l’approdo tra i cadetti dopo anni di Lega Pro; quest’anno è andata al di là delle più rosee aspettative realizzando una vera e propria impresa: due promozioni in due anni. Quanto è maturato sul campo, però, può sembrare incredibile e un “sogno” solo a chi non ricorda il lavoro enorme svolto negli anni passati, in particolare da Ciro Vigorito e Carmelo Imbriani. Rimarranno incancellabili i nomi e i gesti tecnici e atletici dei tanti stregoni, a cominciare da capitan Lucioni; così come indimenticabile sarà il comportamento di tante migliaia e migliaia di nostri concittadini che hanno dato una lezione straordinaria di calore, di passione e, nello stesso tempo, di sportività» (Claudio Ricci, presidente della provincia di Benevento).

“Abbiamo stregato l’Italia. Decine di  migliaia di cittadini hanno assistito alla partita e hanno vissuto con gioia e serenità questa grande giornata. Nessun incidente ha turbato la manifestazione: i beneventani e i sanniti sugli spalti sono stati esemplari dando a tutto il Paese il segno tangibile della loro sportività; ma anche le misure approntate dal Comitato per l’Ordine e la sicurezza pubblica si sono dimostrate efficaci, grazie anche alla capacità di lavoro, alla dedizione e alla professionalità delle Forze dell’Ordine. Sono orgoglioso di aver recato il mio modesto contributo al lavoro del Comitato quale rappresentante della Provincia e ringrazio per quanto hanno fatto il Prefetto Galeone ed il Questore Bellassai e tutti i componenti del Comitato. Da ora attrezziamoci per inaugurare la prossima stagione in serie A che genererà anche un circuito economico virtuoso: potremmo costruire le giuste condizioni per favorire il rinascimento economico del Sannio” (Francesco Maria Rubano, Vice Presidente della Provincia di Benevento).

“Benevento e il Sannio possono cogliere una grande opportunità. La promozione in serie A è un atto di coraggio, di orgoglio e di speranza. In un Paese dove è difficile sognare questi ragazzi ci hanno dato una grande lezione e un grande esempio. Quello che sembrava impossibile per una piccola città di provincia e per un territorio che fa sempre fatica ad emergere è diventato realtà. Ma l’esempio è anche quello della gente, che ha festeggiato in maniera composta un orgoglio ritrovato. Il calcio si trasforma in una grande metafora, una bella storia di forza interiore che non va sprecata. Ritrovare un’appartenenza intorno allo sport non è banale. La rinnovata fierezza dei sanniti può contaminare tutta la regione. Il Benevento e il Napoli, ognuno con le sue peculiarità e i suoi obiettivi, racconteranno all’Italia e al mondo un Sud che ha voglia di essere protagonista. Il sogno realizzato per la prima volta è una grande chance per tutto il Sannio se si coglie l’esempio di questa squadra. Si vince se ognuno fa la sua parte, se ognuno ha a cuore i colori della propria terra” (Gennarino Masiello, presidente provinciale e regionale di Coldiretti).

“Solo l’impresa delle Forche Caudine di duemila anni fa può essere paragonata a quest’altra imprevedibile impresa che tutti insieme abbiamo sperato e centrato. Il merito va sicuramente al presidente Oreste Vigorito, che con la sua caparbietà e umiltà ha voluto cimentarsi in un’impresa che rimarrà leggenda negli annali dello sport. Ma anche il tecnico Marco Baroni, il capitano Fabio Lucioni e tutti i calciatori hanno un ruolo fondamentale nell’impresa appena compiuta. Benevento ora sarà proiettata nella massima serie calcistica nazionale, e quindi il ritorno in termini d’immagine e di attrazione turistica della Città non potrà che aumentare. Desidero complimentarmi anche con i due arbitri delle finali, Gianluca Manganiello e Fabrizio Pasqua, che hanno diretto le rispettive gare con maestria e grande professionalità. Anche per loro è certo che scatterà la promozione in serie A: come ex-osservatore dico che se la sono ampiamente meritata! Ora inizia il difficile: bisognerà sistemare lo stadio, evitare il disordine dei parcheggi e attrezzare la squadra per essere competitivi. Noi saremo al fianco dell’amministrazione comunale, guidata dal portafortuna Clemente Mastella, del presidente Oreste Vigorito, che non finirò mai di ringraziare, e di tutti gli imprenditori che vorranno fare la loro parte per allestire un grande Benevento che possa competere anche in serie A” (Fioravante Bosco, segretario generale aggiunto della Uil Avellino/Benevento).

“La straordinaria vittoria del Benevento che ha siglato l’ingresso nella serie A è anche figlia dell’impegno sempre profuso a piene mani dalla stampa sannita. I giornali, sia cartacei che on-line, le radio, le TV locali con i loro articoli e servizi giornalistici, sempre puntuali e responsabili, hanno contribuito non poco ad amalgamare la tifoseria locale alla quale pure vanno riconosciuti enormi meriti per uno stile nel comportamento che li ha visti prorompere sì, ma con quella eleganza tipica del popolo sannita passionale ed accorto insieme. Naturalmente il maggiore merito va riconosciuto alla Benevento Calcio con il suo presidente Oreste Vigorito ed a tutto lo staff di tecnici e giocatori che hanno compiuto un’impresa che aiuterà molto la nostra città ad uscire dal sottosviluppo e spiccare il volo anche nel campo economico, sociale e culturale” (Giovanni Fuccio, presidente dell’Assostampa Sannita).