Tempo di lettura: 3 minuti

Belec 6: Nella prima frazione, complice la pioggia, in alcuni casi non mostra una presa agevole. Sul gol di Iago Falque non ha colpe, nel resto della gara è attento in ogni circostanza. Non corre particolari pericoli per 92 minuti.

Venuti 7: Il migliore in campo tra i giallorossi. Mette in ombra Niang, il protagonista più atteso del pomeriggio. Si propone in fase offensiva e si distrae solo una volta in fase difensiva, nel primo tempo, quando si fa bucare dal francese ma viene graziato.

Lucioni 6,5: Dalle sue parti agiva uno degli attaccanti più temuti della serie A, Andrea Belotti. Il Gallo però si è visto poco e il merito è anche del capitano.

Antei 6,5: Nel primo tempo è provvidenziale nell’anticipare Moretti in piena area; mantiene un rendimento costante per tutti i novanta minuti. Discorso identico a quello di Lucioni.

Letizia 5,5: Su di lui grava il peso del gol incassato. In quel frangente dimentica la presenza di Iago Falque che lo buca e si invola indisturbato verso la porta. Un errore che pesa come un macigno sul suo voto finale.

D’Alessandro 6: Gli manca l’ultimo affondo, quello che dovrebbe essere decisivo. Dà vigore alla corsia sinistra, mette in difficoltà De Silvestri nonostante la differenza di centimetri. Esce a 25 minuti dalla fine. (Lazaar 6,5: Entra bene in partita piazzando un paio di cross senza trovare fortuna, sfiora il gol del vantaggio all’89’, prima della beffa granata)

Cataldi 6: Se non fosse per il suo carattere troppo fumantino, il voto sarebbe stato più alto. Si spegne nel finale, ma prima disputa una partita di cirsa, fosforo e sacrificio. Dovrebbe provare più spesso il tiro da fuori.

Memushaj 6,5: Con il suo innesto il centrocampo acquisiscepiù qualità. Ha sempre la soluzione giusta e anche i tempi di inserimento sono ottimi. Gli impegni con la nazionale albanese si sentono, soprattutto quando nel finale servirebbe più reattività.

Ciciretti 5,5: Al 22′ è suo il primo squillo della partita, quando impegna Sirigu su punizione. Commette diversi errori in fase di disimpegno e in contropiede, quando serve male Iemmello in situazione del tutto favorevole. (84′ Del Pinto s.v.)

Coda 6,5: Sirigu gli dice di no in chiusura di primo tempo con un miracolo, ma si dà un gran da fare per tutta la gara. Sia nella protezione della palla che negli appoggi ai compagni. Manca il gol che in tre gare, onestamente, avrebbe meritato. (71′ Puscas 5,5: Non incide sul match con il suo ingresso)

Iemmello 5: Ha diverse occasioni ma proprio non riesce a buttarla dentro. La differenza per un attaccante è tutta lì. Troppo pretenzioso il suo pallonetto al 62′ che spegne un contropiede potenzialmente pericoloso. nella prima frazione, da due passi, sbaglia di testa su assist di Ciciretti. Avrà modo di farsi perdonare.

Baroni 6: Ha accarezzato l’idea del primo punto in A, ma ancora una volta ha avuto Saturno contro. In questo caso pochi secondi e il Toro sarebbe stato bloccato. Quando cambia D’Alessandro toglie forse un po’ di brio alla squadra ma poco da dire sulle scelte e un solo appunto: bisogna tirare di più. La sua squadra, comunque, ha disputato una grande partita