Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento- La Lega rivendica i successi del Governo di cui il leader Matteo Salvini è vicepremier. Con un gazebo in pieno centro cittadino, al Corso Garibaldi, alcuni militanti della Lega, guidati da Luca Ricciardi, hanno sottolineato l’importanza delle iniziative politiche assunte e dirette in prima persona da Salvini.

Ricciardi ha ricordato, in particolare, lo stop alla immigrazione clandestina ed i due decreti in materia di sicurezza privata per tutti i cittadini. Il coordinatore della Lega ha sottolineato: “La nostra presenza sarà itinerante e capillare con i nostri consiglieri comunali e sindaci”. Sul gazebo odierno, il coordinatore della Lega ha spiegato: “E’ un momento di incontro, di confronto e raccogliere tanti spunti che vengono dalla nostra comunità e cittadinanza. L’interesse dello Stato italiano viene oggi difeso da Matteo Salvini con grande coraggio, determinazione e pragmatismo”.

Il coordinatore Ricciardi ha parlato anche del lavoro svolto in termini di welfare. Il prossimo e più immediato obiettivo, ha dichiarato Ricciardi, è l’introduzione della flat tax: “C’è bisogno di un vero e proprio shock fiscale in questo Paese”, ha dichiarato l’esponente della Lega, che ha detto che non è possibile continuare con un livello di tassazione che soffoca cittadini ed imprese: “Sarà una riforma coraggiosa che può rimettere in tasca i soldi alle imprese e alle famiglie  per far ripartire l’economia”. Obiettivo locale della Lega nel Sannio ed in Campania, invece, dopo gli ottimi risultati del maggio scorso alle Europee, è quello di scalzare Vincenzo De Luca dalla poltrona di Governatore della Campania, mandando all’opposizione il PD.

Ma su nomi ed alleanze politiche per conseguire tale risultato, Ricciardi non si è voluto sbilanciare ed anzi ha glissato sulle aspirazioni espresse da Clemente Mastella a fare da guida del centro destra nella prossima battaglia elettorale per il rinnovo del Consiglio regionale: “La Lega ha tutte le carte in regola, essendo il primo partito della coalizione in Campania con il 20% e anche nel Sannio per poter candidare un uomo della Lega per la prossima tornata elettorale. Occorre una spinta forte, autorevole radicata per rovesciare il Governo De Luca che ha portato il Sannio in uno splendido isolamento. Ha dimenticato completamente le aree interne, con un deficit infrastrutturale. La città è isolata rispetto alla Provincia”.

Quindi ha aggiunto: “La spinta propulsiva su programmi, idee, l’ha data sino ad ora Salvini. La Lega ha quindi una legittima e lucida analisi quando afferma che la Regione Campania deve voltare pagina. Ha tutte le carte in regola per poter  guidare questo processo”.  La Lega è impegnata infine a sbrogliare la lunga matassa sulle polemiche interne, in verità assai aspre, che hanno contraddistinto in questi ultimi mesi la leadership regionale della Lega e gli schieramenti provinciali dei vari esponenti che comunque si sono dichiarati seguaci di Salvini.