Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Il coordinamento provinciale di Libera non placa il suo impegno volto a tenere alta l’attenzione sul bene confiscato in contrada Olivola a Benevento. A tal proposito, martedì 10 maggio alle ore 18:00, si terrà per la prima volta nel Sannio, proprio dinanzi al cementificio ex Ciotta nella zona industriale di contrada Olivola, una tappa del Festival dell’Impegno Civile.

Il Festival, che quest’anno ha come tema “Siamo in ritardo ma siamo ancora in tempo” riprendendo il messaggio del manifesto degli Stati Generali delle Terre di don Peppe Diana, è una rassegna nata ormai undici anni fa per promuovere il riutilizzo dei beni confiscati alle mafie, diventando in breve tempo una rassegna stabile, ideata dal comitato Don Peppe Diana di Caserta e dal coordinamento di Libera di Caserta, di arte, musica, spettacolo ma anche riflessioni e denunce sociali.

Il programma della tappa sannita del Festival, che avrà come sottotitolo “Sotto la dormiente ma svegli”, oltre ai saluti di rito, prevede la testimonianza del Comitato Don Peppe Diana a cui seguirà un momento di condivisione delle suggestioni e poi un “censimento delle idee” per il riutilizzo del bene confiscato.

Infine avrà luogo un momento di festa animato dal gruppo musicaleFusione”. “Si tratta di un appuntamento storico: per la prima volta nel nostro territorio si affrontano in maniera pubblica i temi relativi al riutilizzo sociale dei beni confiscati alla criminalità organizzata, fenomeno che ritenevamo non appartenesse al nostro Sannio”, spiegano i vertici provinciali di Libera. “Per la portata di questo momento, dunque, invitiamo la cittadinanza a partecipare numerosa”.