- Pubblicità -
Tempo di lettura: 3 minuti

Speranza e accoglienza. Sono almeno 1000 le persone che sono previste a partecipare alla fiaccolata “Una Luce per la Vita”– Una fiaccolata per i malati oncologici”, in programma  il prossimo 26 maggio alle 17:30  a Pietrelcina, iniziativa che si svolge nel contesto dell’opera di sensibilizzazione da anni svolta dall’oncologo Carlo Iannace, uno dei massimi esperti italiani in materia di tumore al seno. Questa mattina presso al Sala consiliare della Rocca dei Rettori si è svolta la conferenza stampa “The Power of Pink”, cioè in pratica la manifestazione con i foulard di colore rosa a delineare  il coraggio delle donne che vogliono prevenire e combattere la patologia che ogni anno colpisce tante tra loro. L’evento come da tradizione si svolge con il patrocinio del Comune di Pietrelcina, della Provincia di Benevento, di Futuridea, della LILT di Benevento e dell’Associazione Culturale “La via dei Conventi di Padre Pio”.
Ad aprire la Conferenza il sindaco di Benevento Clemente Mastella ha avanzato un’idea per il futuro: “Organizziamo una marcia simile a quella Perugia Assisi. Ci sono le condizioni per farlo, la strada per Pietrelcina è splendida e illuminata,  ne parlerò con il Vescovo”. Poi ha sottolineato: “Iannace ha un grande coraggio e deve  continuare su questo percorso e su questa linea per aiutare chi soffre”. Ha preso la parola il sindaco di Pietrelcina Salvatore Mazzone che ha sottolineato come questa fiaccolata possa essere un appuntamento fisso: “La sensibilizzazione e prevenzione oncologica sta funzionando. L’arrivo sarà a Piana Romana  con l’accensione delle candele per non far sentire sole le donne affette da questa malattia“. Il primo cittadino ha evidenziato come sarà attivo il servizio navette per raggiungere il paese di San Pio: “Il nostro compito è stare vicino agli altri, donarsi,  portare affetto e calore umano”.

E’ quindi intervenuto fra’ Daniele Moffa parroco da Pietrelcina che ha detto: “Pietrelcina luogo dell’accoglienza speranza pace. Tanti malati cercano la guarigione, la fede la speranza  la consolazione che al fede può dare”. Inoltre il sacerdote ha voluto ricordare come sarà consegnato un braccialetto alle partecipanti realizzate da mamme coraggiose che hanno deciso di non abortire portando avanti la loro gravidanza:” la vita va portata avanti per un nuovo messaggio di speranza da Padre Pio”. Il dottore oncologo  organizzatore dell’iniziativa Carlo Iannace ha concluso: “E’ un cammino bello e esaltante in un luogo suggestivo  e di riflessione. C’è necessità di pensare e riflettere sulla loro esistenza. Il riscontro lo scorso anno c’è stato e essere vicini ai malati dando conforto”. Poi ha chiarito: “La sanità pubblica deve essere garantita a tutti. Bisogna curare e proteggere tutti”.

Il Presidente della Provincia Nino Lombardi ha annunciato che, quale segno di solidarietà per la lotta al cancro al seno, ha disposto che nel prossimo week end la Rocca dei Rettori siu colorerà di rosa.