Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Pomeriggio dedicato alla solidarietà per Fabio Lucioni. Il capitano del Benevento ha consegnato la sua maglia messa all’asta per la raccolta fondi da mettere a disposizione, per poi devolvere, dell‘Associazione AIL – Sezione Benevento “Stefania Mottola” ONLUS presso la sede in via Torretta.
Alla iniziativa benefica ha partecipato lo stesso giocatore, uno degli artefici principali della doppia promozione del Benevento, passato dall’allora Lega Pro addirittura alla serie A. Una “doppia prima volta” per la Strega, vissuta con al braccio la fascia di capitano per il centrale originario di Terni. Lucioni non ha voluto far mancare il proprio sostegno, dando impulso a un progetto che rilancia la ricerca e l’assistenza a quanti ne hanno bisogno sul territorio. La raccolta fondi era partita lo scorso 16 giugno, presentata durante una serata organizza a Palazzo Paolo V. La vicepresidente dell’Associazione di Benevento, Pierangela Mottola, ha sottolineato: “I fondi raccolti dall’asta andranno al reparto di Day Hospital di Ematologia dell’Azienda Ospedaliera “G. Rummo”.
La Mottola ha successivamente ricordato i tanti progetti sull’assistenza domiciliare in atto e il sostegno fornito al reparto di Oncologia pediatrica dell’Ospedale “Pausillipon” di Napoli. “Bisogna credere nella solidarietà, nelle relazioni tra le associazioni”, ha dichiarato a conclusione dell’appuntamento la stessa Mottola, “io non credevo nella vendita on line invece sono rimasta soddisfatta” . Lo stesso capitano Lucioni si è detto entusiasta del risultato ottenuto: “E’ importante lo studio per cercare di sconfiggere determinate malattie”.