Tempo di lettura: 2 minuti

Ascoli – Vittoria chiama vittoria. Lo sanno bene ad Ascoli, dove ci hanno preso gusto dopo i tre successi consecutivi che hanno permesso alla formazione di Andrea Sottil di balzare al comando della serie B insieme a Brescia e Pisa. Sabato al “Del Duca” arriva il Benevento di Fabio Caserta e i bianconeri non hanno intenzione di arrestare la loro marcia.

E’ quanto si percepisce dalle parole di Fabio Maistro, uno degli ultimi colpi del mercato del Picchio, intervistato dal sito ufficiale della società marchigiana. Due anni fa alla Salernitana, prima dell’esperienza con il Pescara, il centrocampista di Rovigo è approdato all’Ascoli dalla Lazio, debuttando in bianconero sabato scorso in occasione della vittoria esterna sul campo del Como.

Giudizio“Sono contento d’essere entrato bene in partita, con Dionisi ho avuto intesa in quell’azione, mi ha fatto un gran passaggio fra le gambe del difensore, sono riuscito ad anticiparlo e da lì è nato il rigore. Sono contento per aver dato una spinta alla squadra, speriamo accada di nuovo nella prossima partita. Il Como si è rivelata un buonissimo avversario, non era semplice giocare su un campo stretto, ma la risposta della squadra è stata positiva, abbiamo sofferto un po’, ma ci siamo rialzati subito”.

Mercato – “Sapevo che l’Ascoli mi cercava già da tre anni, sono contento di essere qua, c’è un bellissimo gruppo, conoscevo Buchel e Saric, con quest’ultimo ho condiviso il settore giovanile alla Spal, so che il Mister punta molto su di me, spero di ripagare la sua fiducia”.

Progressi – “Abbiamo molti margini di miglioramento, ci alleniamo sempre al massimo, il Mister chiede tanto, noi siamo molto disponibili, lo ascoltiamo, siamo consapevoli della squadra che siamo, secondo me arriveremo molto avanti”.

Benevento“Il Benevento è una grande squadra, anche negli anni passati quando l’ho affrontato ci ha sempre messi in difficoltà, mi aspetto una gran gara, giochiamo in casa e speriamo di centrare il quarto risultato utile consecutivo, sarebbe molto importante anche per festeggiare tutti insieme coi tifosi in piazza nella festa che seguirà la partita”.