Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento-Sembra aprirsi uno spiraglio di dialogo tra Lap Asilo 31 e il Comune di Benevento. Gli attivisti  questa mattina si sono ritrovati davanti a Palazzo Mosti ed hanno chiesto di poter parlare con qualche rappresentante dell’amministrazione, per chiedere delucidazioni dopo il tentato sgombero di ieri della struttura di Via Firenze. Gli attivisti sono stati ricevuti in tarda mattinata.

Al termine dell’incontro avuto con il sindaco e l’Assessore Pasquariello, l’esito sembra essere positivo. Aperta, infatti, una fase di interlocuzione tra Comune e Lap Asilo 31.

E’ stato concordato- ha spiegato Pasquale Basile- che è necessario trovare una soluzione per procedere con  la regolarizzazione dell’affidamento. Sospesa  per il momento qualsiasi procedura forzata sia per  il pattinodromo che per il Lap.  Bisogna trovare un accordo tra gli interessi dell’ente e gli obiettivi sociali di questi luoghi”.

Rispetto al versamento del fitto, ha chiarito Basile: “Non abbiamo mai chiesto l’esenzione, siamo sempre stati disponibili a pagare, sottolineando che le nostre attività sono volontarie e gratuite“.

Nell’incontro non si è parlato di quanto avvenuto ieri, ovvero del tentativo di sgombero. Il punto di vista  del Lap in merito resta ben chiaro:” L’ente ha deciso di procedere con questo sfratto formale a nostro avviso un atto non ragionato avrebbero potuto evitare qualsiasi azione forzata. Non appena insediata la nuova amministrazione, abbiamo cercato un dialogo, un modo per informarli della nostra storia. Crediamo che quello che è avvenuto ieri si sarebbe potuto evitare, invece hanno preferito accelerare i tempi,  l’importante è che per il momento sia sospesa questa volontà”.