Tempo di lettura: 3 minuti

Vincenzo De Luca, Clemente Mastella e Paolo Olla. Sono le tre firme che chiudono le quattordici pagine del protocollo d’intesa per “la riqualificazione della stazione ferroviaria di Benevento e la soppressione di passaggi a livello in ambito urbano”. L’intesa tra Regione, Comune e Rfi è stata siglata questa mattina, a palazzo Santa Lucia, a margine della cerimonia utile a una ulteriore firma, quella per il Pics, l’Accordo di programma Integrato Città Sostenibile che porterà a Benevento finanziamenti pari a quasi 16 milioni di euro.

Partendo dalla stazione, il progetto di riqualificazione prevede:

Riqualificazione del fabbricato viaggiatori anche in termini di risposta sismica delle strutture, nonché per la complessiva  rifunzionalizzazione dello stesso in coerenza con gli obiettivi di maggiore accessibilità, confort, funzionalità e fruibilità del Piano Stazione;

Rifunzionalizzazione delle aree esterne antistanti la stazione, tramite l’ottimizzazione degli spazi, delle aree verdi e delle aree pedonali, allo scopo di migliorare i flussi esterni in coerenza con gli interventi sul fabbricato viaggianti;

Riconnessione della Città alla stazione, potenziando l’offerta multimediale di trasporto e migliorando il sistema complessivo di accessibilità, anche mediante la realizzazione, a cura e a spese del Comune, di un nuovo parcheggio multipiano nei pressi della stazione ferroviaria, da destinare sia alla sosta a pagamento che a terminal bus;

Promozione della valorizzazione architettonica e del riuso di spazi interni ed esterni al fabbricato viaggiatori ed attualmente sottoutilizzati, coniugando finalità di interesse pubblico e privato, anche di carattere turistico, culturale, educativo e sociale;

Realizzazione di interventi di upgrade infrastrutturale e tecnologico della stazione di Benevento finalizzati a garantire un incremento della capacità di impianto e dei livelli qualitativi per i servizi passeggeri, regionali e lunga percorrenza, e merci;

Realizzazione di un upgrade infrastrutturale  e tecnologico  della tratta Vitulano – Apice che consenta un incremento dei livelli di regolarità del servizio, comprese puntuali modifiche  infrastrutturali al Prg dell’impianto ferroviario di Paduli finalizzate a creare condizioni infrastrutturali atte a consentire nuovi traffici e raccordo per merci con origine/destino nell’impianto;

Soppressione del passaggio a livello al km 100+075 della linea Napoli-Foggia con opere sostitutive/viabilità alternative anche in coerenza con progetti di soppressione dei passaggi a livello di via Valfortore, al km  29+121, di via Madonna della Pietà, al km 27+520 e del passaggio a livello al km 27+022 della linea Avellino-Benevento.

Quanto ai tempi, le parti si sono impegnate a concludere le attività descritte entro 12 mesi dalla sottoscrizione del Protocollo.

Per il Pics, invece, i 16 milioni destinati alla Città di Benevento verranno ripartiti nei seguenti tredici progetti: