Tempo di lettura: 2 minuti

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Pd sannita a firma del segretario Giovanni De Lorenzo e dei consiglieri comunali Floriana Fioretti, Marialetizia Varricchio e Luca Paglia: 

“La questione del progetto di Piazza Risorgimento è sempre più avvolta nel mistero invece che nel Ministero!

Nessuno di fatto conosce l’ultima proposta formulata dalla Amministrazione Mastella, la cosiddetta “rimodulata”, che è stata inviata al Nucleo di monitoraggio della Presidenza del Consiglio per la conferma di un finanziamento di 7 milioni di euro destinati alla riqualificazione delle periferie e che invece si vorrebbe utilizzare per un palazzo sull’area dell’attuale terminal bus ed un parcheggio interrato in Piazza Risorgimento.

Sappiamo solo che al momento tale organismo ministeriale ha stoppato il progetto perché non in linea con la strumentazione urbanistica della Città e perché poco chiaro circa la funzione e gli standard previsti.

Sorgono immediatamente alcune domande relativamente alla procedura, che noi formuliamo al Sindaco Mastella in qualità di Responsabile Legale dell’Ente che ha inoltrato il progetto.

L’Amministrazione è tenuta a dare chiarimenti, perché l’impresa casertana Lumode con questo progetto prenderebbe un finanziamento ministeriale di circa 7 milioni di euro su un progetto di 9,5 milioni di euro e la gestione del parcheggio per ben 30 anni, insomma un vero affare.

Il Consiglio Comunale quando avrebbe discusso e deciso su questo progetto? A noi sembra che non sia mai avvenuto, e che nessuna procedura amministrativa sia stata posta in essere”.