Tempo di lettura: 6 minuti

San Salvatore Telesino (Bn) – Con il raduno di ieri, i test sierologici e le visite mediche, ha preso definitivamente il via la nuova stagione in serie B2 dell’Energa Olimpia Volley San Salvatore Telesino

C’era però da annunciare altri due innesti di qualità e spessore nel roster guidato da coach Francesco Eliseo. Due colpi chiusi da tempo e di cui mancava solo l’ufficialità. Parliamo di Valentina Curtis e Agnese Iodice, entrambe 25enni, hanno militato lo scorso campionato tra le fila della Volare Benevento in B2 ed in C con la Sportland Montesarchio. Valentina indosserà la casacca numero 14 mentre per Agnese pronta la maglia numero 9. A completare il pacchetto di giocatrici anche l’arrivo della giovanissima Vanessa Coluni e l’innesto in prima squadra di Teresa Romano prodotto del vivaio Olimpia ed entrambe pronte a fare il salto e ad accumulare esperienza. 

Già nel pomeriggio di oggi, le atlete saranno pronte per cominciare il lavoro in piscina e dare il via alla preparazione. Nel raduno di ieri, il presidente Antonio Campanile ha fissato obiettivi: fare bene e puntare alle zone altissime della classifica ma ha anche introdotto i nuovi arrivi nella dimensione Olimpia caratterizzato da un forte legame con il territorio e dall’attaccamento a colori che hanno fatto la storia del volley sannita.

Queste le prime parole di Curtis e Iodice.

Ciao Agnese e Valentina e benvenute. Siete tra i volti nuovi dell’Energa Olimpia. Che cosa vi aspettate da questa nuova avventura?

Questo è il primo anno che Agnese ed io facciamo parte dell’Energa Olimpia, una società contro cui abbiamo sempre giocato negli ultimi anni e che vista dall’esterno mi ha sempre dato la sensazione di essere ben organizzata a livello tecnico e non solo. Dai vari scontri passati ho capito che la società è sempre presente e segue molto la squadra quindi sono convinta che anche quest’anno non sarà da meno”. A Valentina fa eco Agnese: “Arrivo in una società importante che ha sempre avuto la capacità di programmare e vincere, disputando sempre campionati da protagonista. Mi aspetto che anche quest’anno giocheremo un ruolo da protagoniste nel campionato ed io profonderò il mio massimo impegno per onorare la società e raggiungere importanti obiettivi”. 

Con quali stimoli giungete a San Salvatore?

L’Energa – dice Iodice – è da sempre una società ambiziosa ed io amo le sfide. Poter giocare in una squadra che lotta per importanti obiettivi accresce il mio entusiasmo e la mia voglia di lavorare con le compagne per raggiungere traguardi rilevanti”. Aggiunge poi la Curtis: “Da questa nuova avventura mi aspetto prima di tutto tanto divertimento, nel senso che non c’è cosa più bella di scendere in campo con la spensieratezza e con una carica positiva che nella maggior parte dei casi è data dall’ambiente che ti circonda. Mi aspetto sicuramente anche delle difficoltà perché non è mai tutto rose e fiori. Ci sono diversi stimoli quest’anno che mi fanno venir voglia di continuare a giocare e soprattutto di giocare nell’Olimpia. Uno su tutti? Riscattare la scorsa stagione finita a causa del Covid-19”.

Cosa vi ha convinto a sposare il progetto?

Ho deciso di sposare il progetto dell’Olimpia perché l’ho sempre vista come una società seria che investe tanto per raggiungere gli obiettivi e che non molla dinanzi alle difficoltà, anzi diventa sempre più unita anno dopo anno. Conosco da tempo l’Energa avendola incontrata in diversi campionati e ne ho sempre apprezzato la compattezza dell’ambiente e la sua familiarità. Il presidente Campanile è una persona sempre garbata e determinata ed è bastata una breve chiacchierata per capirci e condividere la nostra passione per questo sport. Tutta la società è fatta di persone che vivono di passione e non trascurano le relazioni interpersonali. Infine arrivare alla corte di mr. Eliseo è uno stimolo importante per crescere pallavolisticamente” dice Curtis, mentre Iodice aggiunge “L’Energa è da sempre una società ambiziosa ed io amo le sfide. Poter giocare in una squadra che lotta per importanti obiettivi, accresce il mio entusiasmo e la mia voglia di lavorare con le compagne per raggiungere traguardi rilevanti”. 

Raccontateci un po’ di voi. Che tipo di giocatrici siete?

“Come giocatrice – spiega la Curtis – ho capito che mi piace innanzitutto avere l’armonia di gruppo, non gioco per me stessa ma per la squadra quindi dobbiamo tutte militare verso lo stesso obiettivo e unirci nei momenti di bisogno dal campo alla panchina: contano tutti non solo chi è in campo. Mi piace la competizione, per cui più un’altra persona è forte più mi impegno a fare meglio, non amo la strada semplice scelgo sempre quella più complicata. Spero di dare il mio contributo questo anno e di farmi conoscere dalle mie nuove compagne”. Continua Agnese: “Io sono un posto 4 che ama il gioco veloce senza trascurare la fase difensiva in cui provo a dare equilibrio alla squadra. Una cosa posso garantire, sono una giocatrice che non molla mai e non si tira indietro né negli allenamenti né nelle partite”.

Quanta voglia avete di tornare ad allenarvi e di scendere in campo?

“Non vedo l’ora di conoscere le mie nuove compagne – risponde Agnese – con alcune di loro abbiamo avuto modo dì incontrarci sul campo e ne ho grande stima. Questa pandemia ci ha tenuto forzatamente a riposo e ora la voglia di tornare a fare quello che mi piace è tanta che non vedo l’ora di toccare la palla e tornare a respirare l’odore della palestra”. Curtis poi precisa: “Ho tanta voglia di allenarmi in serenità, di conoscere il nuovo allenatore per avere nuovi stimoli e soprattutto imparare dalle altre atlete, giocatrici esperte che sicuramente in campo faranno la differenza”.

Il pubblico è sempre molto caldo. Cosa volete dire ai tifosi?

“Il clima in casa dell’Energa Olimpia – spiega la Curtis – è sempre stato caloroso verso le proprie atlete in campo quindi,sono certa, che non mancherà il supporto del pubblico, a cui vorrei dire di non lasciarsi intimorire dagli eventi degli ultimi mesi. Ovviamente ci saranno delle nuove regole da rispettare, come distanziamento sociale e mascherine, ma la salute è un bene fondamentale che viene sempre prima del singolo quindi si deve continuare a sostenere la squadra del cuore con maggiore attenzione responsabilità e consapevolezza. Il mio augurio è quello di iniziare al meglio questa nuova avventura e di conoscere tutte le persone che fanno parte dell’Olimpia,nonché quello di farmi conoscere per vivere al meglio ogni istante”.
Replica Iodice: “Non vedo l’ora di incontrare il pubblico dell’Energa che ho sempre apprezzato per il supporto che hanno sempre garantito alle ragazze. A loro posso dire solo una cosa: state tranquilli che mi suderò la maglia”. 

A chiudere il cerchio delle dichiarazioni è il direttore sportivo dell’Energa, Ernesto Avitabile: “L’arrivo di Agnese e Valentina è stato fortemente voluto. Non solo perché le conosciamo bene ma anche perché sono delle ottime atlete. Erano due nostre prime scelte come anche tutte le altre ragazze che quest’anno vestiranno i nostri colori. Provengono dalla nostra provincia e da una società amica come la Sportland Montesarchio a cui va il nostro grazie. Visto il roster ormai completo vorrei ribadire l’obiettivo di questa nuova stagione, che sarà quello di migliorare la posizione dello scorso anno”.