Tempo di lettura: < 1 minuto

Benevento – Presso la Corte d’Assise di Benevento si è svolta oggi la seconda udienza del processo per l’omicidio di Giuseppe Matarazzo, il 45enne di Frasso Telesino, freddato a colpi di pistola il 19 luglio del 2018 dinanzi la sua abitazione di contrada Selva.

In aula il Presidente Daniela Fallarino, ed il giudice a latere Simonetta Rotili; la Corte ha ascoltato questa mattina il perito Filomena Ranauro, l’ex comandante  della Stazione dei carabinieri di Cerreto Sannita, Francesco Ceccaroni ed il Maresciallo dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Benevento, Mariano Principe. Per quell’omicidio che sconvolse il Sannio, sono due gli imputati alla sbarra: Giuseppe Massaro 56 anni, di Sant’Agata dei Goti, difeso dall’avvocato Angelo Leone, e Generoso Nasta di San Felice a Cancello difeso dall’avvocato Orlando Sgambati.

Secondo l’accusa l’omicidio dell’uomo sarebbe maturato per vendetta, in seguito ad una violenza carnale inflitta dalla vittima ad una minorenne di Frasso Telesino che, per la vergogna, si suicidò qualche tempo dopo. Ranauro e i Carabinieri sono stati ascoltati in merito ad aspetti cruciali delle indagini.

La prossima udienza è stata fissata per il prossimo 12 marzo, quando saranno ascoltati 8 teste e tutti i Carabinieri di Cerreto Sannita.