Tempo di lettura: 2 minuti

Dalle prime luci dell’alba a Benevento è in corso una vasta operazione antidroga della Squadra Mobile, con il supporto del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli, Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti un gruppo criminale operante nel Capoluogo sannita i cui aderenti sono accusati di associazione a delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti. Impegnati nell’attività, circa cento uomini, tra cui quelli della Questura di Benevento, dei Reparti Prevenzione Crimine Campania e Lazio nonché un elicottero del Reparto Volo di Napoli.

Al setaccio, anche con l’ausilio di unità cinofile, alcune zone centrali e periferiche del Capoluogo sannita, tra cui il popoloso Rione Libertà, dove insisteva la più fiorente delle piazze di spaccio gestite dal gruppo criminale. Il capo dell’organizzazione, per sfuggire alla cattura, aveva di recente creato una sorta di angusto bunker, sfruttando il mobile letto del figlioletto, ricavandovi un vano con dei finti cassetti.

Procedimento penale del tribunale di Napoli (giudice Federica Colucci) nei confronti di: Nicola Fallarino, 34 anni, Giuseppe Fallarino, 24 anni, Giuseppe Iele, 34 anni, Matteo Ventura, 23 anni, Cristian Bertozzi, 37 anni, Maurizio Iuliano, 25 anni, Raffaele Iuliano, 28 anni, Alberico D’Auria, 23 anni, Antonio Cifiello, 37 anni, Aldo Pugliese, 26 anni, Marco Intorcia, 30 anni, Enzo Martinelli, 38 anni, Stanislao Musco, 41 anni, Mauro Fornito, 46 anni, Roberto Ferrara, 46 anni, Pompeo Anzovino, 25 anni, Emanuele Tesauro, 28 anni, Cosimo Sferruzzi, 31 anni, Annaluce Bonavolta, 54 anni, Umberto Ianniello, 31 anni. 

Al momento due dei diciotto arrestati non sono stati rintracciati perchè attualmente in Croazia. 

In aggiornamento