Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Una pioggia di applausi per Sir Antonio Pappano che ha diretto l’Orchestra Filarmonica di Benevento nel primo concerto del 2020. Melodie armoniose che hanno incantato un Teatro Massimo gremito in ogni ordine di posto. Tanti appassionati e tante istituzioni presenti, a partire dal Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, orgoglioso per questo prodotto tutto campano che dà lustro all’intera regione. C’è il marchio della Regione sull’evento che ha potuto contare anche sulla cura dalla Scabec, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Benevento insieme l’Arcidiocesi. Tutti trascinati dalla maestria di Sir Pappano, abile nel guidare e coccolare i giovani musicisti che si sono affidati alle sue sapienti mani, dolce anche nell’attesa quando è stato il momento di stoppare il concerto e permettere al suo primo violino di poter cambiare l’archetto, inconvenienti che possono capitare.

Un coinvolgimento totale con la prima opera di Claude Achille Debussy, Prélude à l’après-midi d’un faune e la seconda, la suite sinfonica dedicata a Sheherazade di Rimsky Korsakov. L’Orchestra Filarmonica riapre la stagione dei concerti e lo fa sotto la direzione di un maestro, Antonio Pappano, che ha già promesso che questa tappa di Benevento non sarà un evento unico, il richiamo della terra è sempre molto forte, il legame con Castelfranco è qualcosa che difficilmente si può tagliare.