Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento – La Cremonese esce sconfitta dal Ciro Vigorito di Benevento dopo due pareggi consecutivi contro Empoli e Frosinone. Di seguito le pagelle dei grigiorossi.

Ravaglia 6,5: Si supera in tre occasioni, tutte su Tello. Non può nulla in occasione dei gol di Coda e Improta, che lo condannano ad alzare bandiera bianca.

Caracciolo 5,5: In avvio ci prova di testa senza fortuna, poi si fa bucare da Tello che per poco non fa gol. A inizio ripresa chiude bene su Armenteros, ma nel finale crolla con l’intero reparto.

Ravanelli 5: Si perde Coda sul gol che segna la rinascita del bomber giallorosso, concedendo lo spazio necessario per calciare a rete. Azione su cui aleggia, va detto, lo spettro dell’offside. In generale, comunque, non dà sicurezza. (33’st Ciofani s.v.: tocca pochissimi palloni in un finale in cui Baroni si aspettava la sua zampata decisiva).

Bianchetti 5,5: Una bella chiusura su Armenteros al 26’ della prima frazione, poi tiene bene la posizione senza commettere particolari errori individuali e regge nel corpo a corpo con Armenteros.

Mogos 5,5: Tanto fisico, ma la sua gara è prevalentemente difensiva.  Inizia da esterno a tutta fascia, finisce da terzino. In zona gol non lo si vede quasi mai.

Valzania 5,5: L’azione più pericolosa creata dalla Cremonese parte dai suoi piedi, quando nel primo tempo serve ad Arini un cioccolatino che l’ex Avellino non spinge in porta. Ammonito dopo dieci minuti, non riesce a produrre spunti degni del suo talento.

Gustafson 5: interpretazione timida della sfida da parte sua. Pochi inserimenti e troppi errori. (24’st Soddimo 5: Baroni si aspetta che cambi la partita, ma si esibisce in un concerto di punizioni e cross fuori misura). 

Arini 5: Sulla sua prestazione pesa l’errore gravissimo a porta spalancata al 42’ del primo tempo. Alla mezzora aveva provato un tacco volante senza però impensierire Montipò.

Renzetti 6: E’ il più propositivo dei suoi. Occupa tutta la corsia sinistra, vince spesos il duello con Antei ma non riesce a trovare compagni che supportino il suo lavoro. Coda lo beffa in velocità sulla bella azione in contropiede non capitalizzata da Tello sullo 0-0.

Palombi 5,5: Dei due attaccanti titolari è quello più intraprendente, ma tutto ciò che riesce a ricavare è racchiuso in un paio di conclusioni che si spengono sul fondo. Chiude da esterno sinistro offensivo.

Ceravolo 5: Una giocata  di fino l’aveva prodotta, facendo velo sull’azione che avrebbe dovuto portare Arini a segnare l’uno a zero. Ma la ‘Belva’ graffia poco, complice una cerniera difensiva ben stretta da Caldirola e Tuia.

All. Baroni 5: Imposta la gara sulla difensiva e viene beffato a metà ripresa, quando Inzaghi decide di velocizzare la manovra inserendo Schiattarella e lo beffa in contropiede. Il 4-2-4 del finale è una mossa della disperazione che non paga.

QUI LE PAGELLE DEL BENEVENTO