Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento- Sarebbe Kamil Glik il migliore dei ciociari, ma al di là della battuta, l’espulsione del polacco ha spianato la strada ai laziali. Alla lunga il Frosinone gioca una partita autoritaria, punisce quando deve ma cala troppo presto la tensione. Ravaglia e Gatti bene, Lulic si regala una doppietta ed il riconoscimento di ‘man of the match’. 

RAVAGLIA 7– Doppio intervento subito su Elia, si ripete su Moncini. Quando la gara si mette per il meglio si gode la serata in terra sannita. 

CASASOLA 6.5- In fase di spinta aumenta l’intesa con Canotto, becca un giallo inesistente che lo condiziona un pò. 

GATTI 7– Prodigioso su Moncini in scivolata, e con un salvataggio sulla linea di porta. Solito pericolo in area avversaria

SZYMINSKI 6– Il suo primo vero intervento gli vale un giallo, per il resto la sua gara è come sempre di grande autorità.

ZAMPANO 7- A tutta fascia e a tutta birra, bene in fase difensiva e quando c’è da supportare l’altra fase. 

BOLOCA 6-Prende una tacchettata sul gionocchio da Glik che almeno vale, oltre a diversi punti di sutura, l’espulsione del difensore polacco. (dal 27’st CICERELLI 7.5– Entra nel momento migliore, ci mette lo zampino in occasione del raddoppio di Lulic e trova la gioia personale con una bellissima punizione. Si diverte. )

RICCI 7- Essenziale, detta i tempi in mezzo al campo e la squadra sembra girare bene (dal 32’st MAIELLO sv- Un tiro a giro alto per dire c’ero anch’io)

LULIC 8- Per il suo primo e secondo gol in campionato sceglie un palcoscenico importante, due conclusioni ben angolate e due marcature. Serata da incorniciare.

CANOTTO 7– Solita spina nel fianco, in parità numerica è dalla sua parte che Grosso vuole sfondare. In superiorità, paradossalmente, diventa meno protagonista. (18’st TRIBUZZI 6.5– Entra sul più bello, partecipa alla festa)

GARRITANO 7– La prima vera chance del match capita sul suo destro che lambisce il palo con una bella conclusione, la sua costante corsa diventa decisiva quando c’è da sfruttare la superiorità numerica (dal 32’st ROHDEN-sv)

CHARPENTIER 6.5– Ci mette 100 secondi per gonfiare la rete ma il gol è viziato dal fuorigioco di Canotto. (18’st NOVAKOVICH sv– Prova a scrivere il suo nome nel tabellino ma rimanda l’appuntamento a segnature più pesanti)

QUI LA CRONACA DELLA PARTITA

QUI LE PAGELLE DEL BENEVENTO