Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento – Il derby del Vigorito finisce in parità, ma è un punto prezioso per il Benevento che vola a +17 sulla zona play off. Di seguito le pagelle dei giallorossi: 

Montipò 6: Incerto nell’uscita aerea dopo soli due minuti, incolpevole sul gol granata, quando viene scavalcato dal cross di Lombardi per Djuric.

Maggio 6: Il duello con Kiyine è dei più impegnativi, ma l’esterno salernitano gli va via poche volte. Djuric lo beffa in occasione del gol, ma sale di ritmo dopo il passaggio al 4-4-2 e chiude in crescendo.

Volta 6: Fa quel che può contro la fisicità dei due attaccanti avversari che si scambiano continuamente la posizione. Poche sbavature sul piano individuale.

Caldirola 5,5: Ammonito alla mezzora, trova in Djuric l’attaccante più scomodo affrontato quest’anno. Il serbo non gli lascia neanche le briciole nel gioco aereo.

Letizia 6: L’uno contro uno con Lombardi era tra i temi più attesi della vigilia e non ha deluso le aspettative. Meglio il granata nel primo tempo, lui si rifà nell’ultima mezzora.

Hetemaj 5,5: La spia della riserva si accende a cinque minuti dal termine, quando fa segno di non averne più. Precedentemente prestazione al di sotto degli standard, ma più per meriti di Akpa Akpro che per demeriti suoi.

Schiattarella 6: Leader del centrocampo sannita, dove non arrivano le gambe subentra l’astuzia. La Salernitana aveva più fiato, l’ha ammorbidita con l’esperienza.

Viola 5: Una serata storta può starci anche per uno come lui, solitamente brillante in notti come quelle da derby. Un solo squillo, il tiro da fuori di inizio ripresa. Poi esce e la Strega cambia modulo. (19’st Improta 6: Peccato per l’espulsione di fine gara, perchè l’impatto era stato niente male. Per lui anche una traversa e un sinistro di poco a lato per il possibile 2-1)

Kragl 6: Esce dopo soli venti minuti per infortunio senza avere grosse opportunità di mettersi in mostra in una gara prettamente fisica. Classica prestazione da 6 politico. (20’pt Insigne 6: Ha il compito di puntare l’ammonito Jaroszynski, lo assolve soprattutto in una ripresa caratterizzata da ottimi spunti e un gol sfiorato)

Sau 6,5: In ombra per 60 minuti, poi però sale in cattedra e gli basta un quarto d’ora per prendere in mano la squadra e condurla al pareggio.  (34’ Moncini s.v.: entra nel finale, nessun pallone realmente giocabile)

Coda 5: Forse la sua peggior prestazione stagionale. Chiuso nella morsa dei tre centrali salernitani, finisce per non prenderla mai.  Anche il solito lavoro in appoggio si vede a intermittenza.

All. Inzaghi 6: E’ un pareggio che fa comodo, perché gli consente di allungare ulteriormente sulle inseguitrici. Nel finale rischia di vincerla, complice il calo granata. Ma tutto sommato va bene così.