Tempo di lettura: 2 minuti

Firenze – Il Benevento esce a testa alta dalla coppa Italia perdendo 2-1 al Franchi contro la Fiorentina. Le pagelle dei giallorossi: 

Manfredini 5,5: Bene il riflesso sul colpo di testa di Sottil, ma la respinta è troppo centrale e si rivela un assist per l’esterno viola. 

Elia 5,5: Buona gara in fase di spinta, soprattutto nel primo tempo. Pesa l’errore in marcatura su Sottil che spiana la strada al momentaneo 2-0 viola. 

Glik 6: Gara attenta in marcatura, ci prova di testa nel primo tempo ma trova la grande risposta di Rosati. 

Vogliacco 7: Il migliore tra i giallorossi. Preciso nelle chiusure e fa altrettanto bene nella gestione della palla. 

Masciangelo 6,5: Sgomita con Callejon riducendo al minimo i guizzi dello spagnolo. Gonzalez gli dà del filo da torcere nel finale. 

Tello 5: La corsa c’è ma manca la lucidità nel passaggio. Non una partita da ricordare, infatti è il primo tra i sacrificati di Caserta. (1’st Ionita 6: con lui la squadra alza un po’ il baricentro tenendo la Viola sull’attenti). 

Calò 5,5: Sfiora il gol del pareggio con un bel sinistro da fuori a metà ripresa, manca un po’ di personalità nella verticalizzazione ma stasera la missione era meno semplice di altre volte.

Acampora 7: Prestazione che conferma i grandi progressi dell’ultimo mese. Si inserisce con frequenza e orchestra l’azione offensiva servendo un gran pallone a Glik per il possibile 1-1 nel primo tempo (34’st Insigne: s.v.)

Brignola 5,5: Come al solito mette tanto sacrificio a disposizione della squadra distinguendosi nel ripiegamento difensivo, ma latitano le occasioni create. (10’st Improta 6: assolve con generosità alle mansioni difensive) 

Moncini 6: Tiene in gioco Milenkovic sull’1-0, poi però sale in cattedra sfiorando prima il pari nel primo tempo e poi accorciando le distanze nella ripresa. (26’st Lapadula 6: Fa a spallate, ha una sola occasione e la butta dentro: peccato sia in fuorigioco).

Sau 6: Quando riesce a ritagliarsi un po’ di spazio produce giocate di qualità come l’assist per il 2-1 di Moncini. (10’st Di Serio 6: entra bene, dà sbocchi offensivi e protegge palla con personalità). 

Caserta 6: Nonostante il turnover il Benevento gioca un calcio consapevole ed esce a testa alta da una sfida sulla carta già segnata. Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, ma aver evitato i supplementari in ottica campionato è da considerarsi un bene.