Tempo di lettura: 3 minuti

Vicenza – Il Benevento centra la seconda vittoria consecutiva nel turno infrasettimanale di Vicenza. Le pagelle dei giallorossi dopo il 3-2 maturato in Veneto.

Paleari 5,5: Una buona parata su Zonta e diversi interventi in sicurezza. Non ha responsabilità sul gol di Crecco, esce alla disperata su quello di Dalmonte, lasciato troppo solo dai compagni. Resta il dubbio che potesse fare di più.

Elia 6,5: Gara attenta sul piano tattico, preciso nelle letture e nel dare il via alla transizione offensiva sulla corsia destra. (47’st Calò s.v.: giusto il tempo per firmare l’assist del definitivo 3-2). 

Vogliacco 6,5: In avvio Diaw lo mette un po’ in difficoltà, nella ripresa parte bene salvando di schiena su Giacomelli. Anche lui è posizionato male sul gol del 2-2 di Dalmonte.

Barba 7: In fase difensiva fa sempre il suo, poi imposta il gioco e stringe i denti dopo il colpo alla caviglia rimediato nel primo tempo. Nel finale incornata perentoria per il gol che vale tre punti d’oro.  

Letizia 6: Un buon primo tempo, poi esce per infortunio e l’assenza si fa tanto sentire. (1’st Masciangelo 5,5: ha due uomini da marcare sull’azione del pari, sceglie quello sbagliato)

Viviani 6,5: Non sfodera la prestazione messa in campo con la Reggina, ma quando fa salire i giri del motore dà un contributo di notevole sostanza. (47’st Di Serio: s.v.

Ionita 6,5: Caserta gli chiede di pressare e lui lo accontenta con la stessa ferocia di sabato scorso. Tiene alta l’intensità a centrocampo anche nel momento più difficile. 

Acampora 6,5: Intraprendente in fase offensiva, collabora con la difesa nelle coperture. Non è un caso che quando esce qualcosa si spegne. (27’st Tello 5,5: ingresso con poche luci, occorreva più intensità quando il Vicenza  

Insigne 7: Apre la gara impegnando seriamente Grandi, poi pesca il jolly di sinistro trovando un gol meraviglioso. Un errore sostituirlo. (27’st Sau 5,5: manca di brillantezza ed è tardivo nello scarico).  

Lapadula 6,5: Gioca sessanta minuti di grande calcio, spiazza Grandi su rigore ma poi si innervosisce ‘duellando’ con il pubblico di casa. 

Improta 6: Meglio nel primo che nel secondo tempo, ma nel complesso la sua è un’ottima prova. La terza di fila dopo il rientro dall’infortunio. Niente male.  

All. Caserta 6: Squadra padrona del campo per 70 minuti, ma non appena abbassa i ritmi questo Benevento è terribilmente vulnerabile. Un azzardo privarsi di Acampora e Insigne. Ha rischiato grosso, ma questi tre punti potrebbero pesare tantissimo a fine stagione.