Una gioia tutta sannita – Pasquino, bronzo a Cheongju: Olimpiade vicina

Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Festa grande in casa Accademia Olimpica Maestro Antonio Furno. Rossana Pasquino conquista la medaglia di bronzo di sciabola ai campionati del mondo di scherma paralimpica in corso a Cheongju in Corea del Sud.

Quella di Rossana è la seconda medaglia per la nazionale italiana. La sciabolatrice campana, dopo aver concluso senza sconfitte il percorso nella fase a gironi, ha avuto la meglio per 15-8 sulla quotata russa Irina Mishurova. Ai quarti ha poi sconfitto la polacca Patrycya Hareza piazzando la stoccata del 15-14 e concludendo così la rimonta che ha significato anche la “vendetta” per la compagna di Nazionale, Bebe Vio, sconfitta agli ottavi proprio dalla polacca per 15-14. Solo in semifinale la schermitrice beneventana ha conosciuto l’amaro sapore della sconfitta arrendendosi alla cinese Tan Shumei.

Un bronzo che luccica e che proietta Rossana tra le migliori sciabolatrici del mondo, ma soprattutto la campionessa beneventana inizia a sentire profumo di Olimpiadi. Il successo ottenuto in Sud Corea, infatti, è un pass importante per ottenere la qualificazione per Tokio2020.

Un trionfo anche per la sua guida tecnica Dino Meglio che da campione olimpionico di sciabola ha saputo dare a Rossana i giusti insegnamenti e anche per la campionessa Francesca Boscarelli che ha sempre creduto nelle potenzialità dell’atleta sannita.

La famiglia dell’Accademia Olimpica Antonio Furno è pronta con tutti i suoi giovani schermidori a fare festa a Rossana Pasquino per questa bellissima medaglia di bronzo.