Tempo di lettura: 2 minuti
“E  tutto quello che fate in parole ed opere, tutto si compia nel nome del Signore Gesù, rendendo per mezzo di lui grazie a Dio Padre. Colosseo 3,17”. Così l’amministratore parrocchiale di Santa Maria del Bosco di Paupisi, don Giovanni Rossi, saluta l’iniziativa messa in campo dalla Pro Loco paupisana  “Paupisi nel Cuore”, un progetto nato per promuovere il territorio e per contribuire a concretizzare un desiderio di tanti paupisani che da anni ormai non sentono più suonare le campane della chiesa parrocchiale “Santa Maria del Bosco”.
 
Si è pensato, infatti, per il Natale 2021 di realizzare qualcosa di particolare ed originale ovvero delle palline artigianali natalizie raffiguranti il complesso di piazza Roma. Con l’acquisto della pallina natalizia si andrà a sostenere  l’iniziativa di raccolta fondi per il ripristino delle campane del campanile della chiesa parrocchiale o meglio di acquistare delle campane elettroniche a fungo, un apparecchio che eroga le sue funzioni in modo elettrificato ed è privo di parti meccaniche in movimento con lo scopo di riprodurre fedelmente il suono di una campana tradizionale.
 

Tutto ciò permetterà di sentire di nuovo il suono delle campane durante la giornata in attesa che vengano trovati dei contributi per la ristrutturazione del campanile e che vede anche il Comune di Paupisi impegnato nell’intercettare contributi regionali ed europei per il suo rifacimento.

”Con grande gioia ringrazio la Pro Loco di Paupisi  nella persona  del presidente Dario Orsillo – dichiara ancora don Giovanniche con sublime generosità ha voluto creare sinergia con la comunità parrocchiale nel pensare di rendere sonoro il campanile della comunità, contribuendo con la realizzazione di palle artistiche di Natale e donando il ricavato della vendita per un dolce Natale. La comunità è unica e si deve sentire tale – spiega l’amministratore parrocchiale – però si cresce in sinodalità come il Sinodo ci invita a camminare insieme … non ci possiamo salvare da soli; ognuno deve sentirsi famiglia e sentirsi vivi responsabili. Niente chiusura ma apertura dall’intra all’extra”.
 
Da qui le conclusioni di don Giovanni: “Voglio ringraziare tutti coloro che acquisteranno questo gadget natalizio per contribuire ad una giusta causa. Grazie davvero di cuore e che il sorriso di quella fiammella che è sempre accesa possa invadere il tutto e tutti”.