Tempo di lettura: 2 minuti

Di seguito dichiarazione stampa del candidato sindaco Luigi Diego Perifano

“Mastella ha passato il segno. Comprendo il suo livore per aver visto svanire quella vittoria a primo turno che aveva contrabbandato per certa da mesi. Capisco anche che chi ha vissuto sempre di politica abbia difficoltà insuperabili a comprendere come funzionano le libere professioni: nel suo mondo non è mai esistito il merito, per cui è indotto a pensare che tutti gli incarichi professionali siano oggetto del solito mercimonio clientelare in cui è maestro. Tuttavia, siccome da mesi prova ad infangare la mia reputazione, mi sento in dovere di chiarirgli alcuni concetti:

  1. a) in vita mia non ho mai avuto bisogno di sollecitare incarichi professionali: grazie a Dio sono sempre stato liberamente scelto da una affezionata clientela che ha riposto fiducia nelle mie attitudini professionali;
  2. b) anziché offendermi dovrebbe ringraziarmi: faccio l’avvocato, con buoni risultati, da quasi quarant’anni, e le tasse che regolarmente pago sui miei redditi professionali servono anche a mantenere i vari pensionati d’oro come lui;
  3. c) so di dargli un dispiacere, ma molte delle pubbliche amministrazioni che si rivolgono a me per assistenza legale sono guidate da uomini del suo partito, a conferma che i rapporti di fiducia professionale non seguono le logiche meschine a cui è evidentemente affezionato;
  4. d) il termine arraffa-arraffa lo può usare con i suoi famigli, non con me perché non glielo consento: mi piacerebbe che avesse il coraggio di ripetermelo in un pubblico contraddittorio, ma non credo che abbia gli attributi sufficienti.

Non vado oltre per non annoiare i malcapitati che si imbattono in queste polemiche strapaesane, ma come ho sempre detto: manterrò il mio stile e mi comporterò secondo la mia educazione, ma non mi faccio pestare i piedi senza reagire”.