Tempo di lettura: < 1 minuto

Benevento –  Trevi, Di Pietrantonio, Bajani, Bruck e Caminito.

Sono questi i cinque finalisti della LXXV edizione del Premio Strega, il concorso letterario più ambito d’Italia istituito nel 1947 dalla Fondazione Bellonci, in collaborazione con il Liquore Strega di Benevento.

Trevi è risultato essere il più votato con 256 voti per il suo ‘Due vite’ (Neri Pozza), al secondo posto Edith Bruck con 221 preferenze per ‘Il pane perduto’ (La nave di Teseo) e al terzo Donatella Di Pietrantonio con 220 voti per ‘Borgo Sud’ (Einaudi).

Al quarto posto Giulia Caminito con ‘L’acqua del lago non è mai dolce’ (Bompiani), 215 voti, e quinto posto per Andrea Bajani con ‘Il libro delle case’ (Feltrinelli), 203 preferenze. Grande sorpresa per l’esclusione di Teresa Ciabatti e il suo ‘Sembrava bellezza’ (Mondadori) dato per favorito. 

Non hanno dunque raggiunto l’obiettivo della finale – che ricordiamo si svolgerà giovedi 8 luglio a Roma – Maria Grazia Calandrone, Splendi come vita (Ponte alle Grazie); Lisa Ginzburg, Cara pace (Ponte alle Grazie); Giulio Mozzi, Le ripetizioni (Marsilio); Daniele Petruccioli, La casa delle madri (TerraRossa); Alice Urciuolo, Adorazione (66thand2nd) e Roberto Venturini, L’anno che a Roma fu due volte Natale (Sem); Teresa Ciabatti, Sembrava bellezza (Mondadori).