Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Rinnovato, presso la Sala “Vetrone” della Federazione Coldiretti di Benevento, il protocollo d’intesa tra la stessa organizzazione degli imprenditori e  produttori agricoli con il Pastificio Rummo, nell’ambito della filiera per la pasta che è attiva già da tempo.

La cooperazione tra i produttori del grano sannita e il Pastificio Rummo, uno dei massimi produttori italiani di pasta che esporta in decine e decine di Paesi, si fonda sul conferimento all’Azienda di grano 100% sannita. E il nuovo accordo interviene nel garantire un prezzo calmierato per il prodotto, al fine di bloccare e scongiurare speculazioni su uno degli alimenti essenziali della dieta.

Il protocollo, stipulato a sei anni dall’alluvione che devastò lo stabilimento nell’area Asi di Ponte Valentino, è stato siglato da Cosimo Rummo, presidente e amministratore delegato del Pastificio, e Gennarino Masiello, vicepresidente nazionale di Coldiretti e presidente della federazione sannita.

Il presidente Rummo ha ricordato quei terribili momenti: “In due settimane siamo partiti nuovamente. È stato difficilissimo, ma non potevamo lasciare gli scaffali vuoti. Ora alcune multinazionali stanno studiando il ‘caso Rummo’, anche ad Harvard”, ha dichiarato per poi concludere, “la Protezione Civile ha fatto un lavoro encomiabile e l’azienda è riuscita a salvarsi in maniera eccezionale”.

Il presidente Masiello è tornato sull’accordo: “Abbiamo rinnovato anche le modalità. L’accordo sottoscritto nel passato, era molto rigido. Oggi l’abbiamo rivisitato anche perché il prezzo è aumentato sul grano duro. Sarebbe stato veramente un limite. Il nuovo accordo prevede un netto miglioramento, un prezzo minimo garantito e un prezzo massimo. E’ stata eliminata dal contratto esistente quella postilla sul prezzo massimo da remunerare perché, soprattutto sul grano duro, lo stesso era cresciuto in questi mesi. Rummo ha voluto eliminare questo paragrafo e quindi si potrà  pagare a prezzo pieno il grano  dei nostri agricoltori. Un’azione responsabile che vuole bene a questo territorio“.