Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – “Pronto, teatro?” è il format didattico di un progetto formativo ideato e condotto da Enrico Torzillo, che si sviluppa sotto forma di laboratorio per tutte le realtà laboratoriali affini al mondo dell’arte. Il progetto è rivolto a giovani adolescenti e non e/o adulti vogliosi di fare un percorso intensivo nel mondo del teatro e della recitazione.

L’obiettivo principale del progetto è quello di trasmettere ai partecipanti il concetto di PROFESSIONE e PROFESSIONALITÀ dello spettacolo, di farli entrare in contatto con le dinamiche che fanno della recitazione un lavoro a tutto tondo non diverso dagli altri mestieri, consegnare il concetto di “artigianato del teatro” e apprendimento della tecnica e delle nozioni basilari per valutare l’opzione di dare il proprio contributo, nella futura vita lavorativa di ognuno, a tale lavoro, di “orientare” formativamente verso l’idea di intraprendere il mestiere dell’attore con convinzione e consapevolezza o, semplicemente di allenarli ad essere spettatori più consapevoli, coniugando il percorso alla critica teatrale.
Il tutto con il costante stimolo di approcciarsi alle tecniche recitative e alla simulazione di un percorso attoriale.

Il progetto ha la finalità di costituire un corso formativo di 20 ore totali da suddividere in cinque lezioni pomeridiane da 4 ore l’una. Inizierà il 26 dicembre e si concluderà il 30 dicembre presso la scuola civica Alma d’Arte, in via della Repubblica, 16, Frazione Motta Benevento.
Enrico Torzillo inaugura il suo rapporto con il pubblico come conduttore televisivo più piccolo d’Italia all’età di sei anni con la trasmissione locale “Cari, carissimi amici…”. Sempre a sei anni inizia a studiare recitazione, all’età di undici lavora con Ugo Gregoretti e si diploma, appena raggiunta la maggiore età, come attore, presso “Teatro Studio – Solot” (Scuola di Recitazione della città di Benevento), per poi diplomarsi alla Scuola del Teatro dell’Orologio di Roma. Entra a far parte della Compagnia del Teatro dell’Orologio all’interno della quale prende parte a numerosi spettacoli diretti da Leonardo Ferrari Carissimi. Nel 2018 debutta al Festival dei Due Mondi di Spoleto.
È attivo nel panorama teatrale italiano e recita nella serie Sky “Romulus”.

Da diversi anni si forma e lavora con numerosi maestri (tra cui Ferrari Carissimi, Lorenzo Salveti, Matteo Rovere, Massimiliano Civica, Michele Monetta, Maria Shmaevich, Graziano Piazza, Chiara Colizzi, Andrea Baracco, Josè Francisco Tamarit).