Tempo di lettura: < 1 minuto

Benevento – Torna in scena la protesta dei lavoratori dei Consorzi Rifiuti. Uno di loro ha minacciato di lanciarsi da una finestra della Sala Consiliare della Provincia.

I lavoratori dei disciolti tre Consorzi rifiuti di Benevento si sono ripresentati dopo alcuni anni di assenza alla Rocca dei Rettori per reclamare attenzione per la vertenza di lavoro che dura da quasi un decennio.

Dopo aver atteso per anni una risposta alla richiesta di ri-assunzione,  dopo che i Consorzi sono stati Commissariati e disciolti, il futuro di questi lavoratori – che un tempo superavano le 100 unità – è oggi assai vago e nebuloso.

Il progetto avviato con la Regione Campania sta per volgere al termine e non ci sarebbero spiragli per una prosecuzione.

Il dipendente che ha minacciato di lanciarsi nel vuoto ha chiesto un incontro con il presidente Di Maria, proprio qualche minuto prima che iniziasse il Consiglio Provinciale il cui tema era proprio la questione rifiuti.

L’incontro con Di Maria c’è stato e il dipendente, dopo aver ricevuto rassicurazioni dall’inquilino della Rocca, ha deciso di cessare la protesta e di scendere.