Tempo di lettura: < 1 minuto

La morte di George Floyd, ucciso da un ufficiale di polizia a Minneapolis, ha trascinato gli Stati Uniti d’America in un oceano di proteste. Piccole città e grandi metropoli sono state prese d’assalto dai manifestanti che in tanti casi hanno agito con violenza per far sentire la loro voce. Anche a New York lo stato d’agitazione è risultato ai massimi livelli, con varie situazioni che hanno visto coinvolte le forze dell’ordine. Una di queste a Manhattan, dove sabato sera – riporta il New York Post – è stata arrestata la figlia di Bill De Blasio, sindaco della ‘Grande Mela’ originario di Sant’Agata dei Goti. Chiara De Blasio, 25 anni, è finita in manette durante la protesta per un assembramento illegale tra la 12ma strada e Broadway, dove erano scoppiati alcuni tafferugli culminati con l’incendio di alcune auto della polizia. Nella giornata di ieri Bill De Blasio aveva commentato con sgomento le immagini dei manifestanti in rivolta: “Una situazione come questa non si vedeva da tanti anni, la protesta ha senso solo se pacifica”,