- Pubblicità -
Tempo di lettura: 4 minuti

E’ già in pieno fermento la Lega Pro che sta vivendo un giugno con poche incognite rispetto agli anni passati. La scure della Covisoc, poi confermata dal Consiglio Federale, si è abbattuta solo sull’Ancona dando il via libera per le restanti 59 squadre che hanno presentato domanda di iscrizione. Ragion per cui tutti i club si stanno già dedicando senza ulteriori patemi al calciomercato, sia per quanto riguarda le rose e sia per i dirigenti.

CAPUANO – E’ tornato il sereno a Taranto dove giorno dopo giorno erano aumentate in maniera esponenziale le pretendenti di mister Capuano. Tuttavia il trainer della compagine jonica non si muoverà dal club rossoblù con il quale ha ancora due anni di contratto e un rapporto bel saldo con la proprietà e la tifoseria. Le richieste non sono certo mancate per il tecnico capace di condurre il Taranto ai playoff, ma un incontro tra il patron Giove e Capuano ha dissipato i possibili dubbi: c’è stata piena condivisione sui programmi futuri ed è proprio l’allenatore il primo tassello del Taranto 2024-25.

DIESSE – Nuovi direttori sportivi, nel frattempo per il Potenza e il Team Altamura che hanno annunciato l’ex Avellino Enzo De Vito (sarà presentato domani alle 11) e Andrea Grammatica (ex Ravenna) per riempire le rispettive caselle nell’entourage societario. Il club pugliese, poi, ha detto addio all’attaccante Nicola Loiodice, protagonista della promozione in Lega Pro con 15 reti, che ha comunicato la sua partenza tramite i social. Grandi manovre per il neopromosso Trapani del presidente Antonini che ha individuato nell’attaccante Murano dell’Az Picerno (20 gol nel 2023-24) l’obiettivo sul quale puntare per costruire una squadra capace di fare subito bene in Lega Pro. Tuttavia nelle ultime ore la piazza siciliana ha dovuto fare i conti con le possibili dimissioni del massimo dirigente del Trapani, il quale non avrebbe gradito la scarsa partecipazione ad un evento organizzato per celebrare le promozioni nel calcio e nel basket (é proprietario anche del Trapani Shark, approdato in A1). Per ora si tratta solo di voci con la tifoseria attende con ansia di conoscere le intenzioni di Antonini.

GREEN GENERATION – Manca solo l’ufficialità, ma sarà il Milan Under 23 la compagine che prenderà il posto dell’Ancona, escluso venerdì scorso dalla serie C per mancati pagamenti. Il club rossonero metterà al centro del villaggio il fenomeno Francesco Camarda, classe 2008, fresco del titolo di campione d’Europa con l’Italia Under 17 e del rinnovo del contratto con il Milan a cifre davvero importanti. Ancora incerta la collocazione del club rossonero e non da escludere il sorteggio per decidere il destino delle tre squadre Under (Atalanta U23 e Juventus Next Gen) che non possono essere inserite nello stesso raggruppamento.

CAMPANE E NON SOLO – Chiuso il rapporto con il diesse Degli Esposti, il cui contratto scade il 30 giugno, la Casertana è alla ricerca di un nuovo direttore sportivo. Per la panchina, poi, non è affatto scontata la permanenza di mister Cangelosi che sta riflettendo sul suo futuro, anche se i tempi iniziano ad essere stretti ed a breve società e allenatore prenderanno una decisione. C’è attesa a Catania per la firma che sembra imminente di Mimmo Toscano, reduce dalla promozione a suon di record in serie B con il Cesena. La compagine etnea, dopo una stagione a dir poco tribolata che ha visto la squadra ad un passo dai playout, in questo modo si candiderebbe come una delle principali favorite al salto di categoria. Finita l’avventura di mister Taurino, il Monopoli dovrebbe affidare la panchina ad Alberto Colombo, che ha già allenato i biancoverdi nel 2021-22 con ottimi risultati. Potrebbe essere Salvatore Di Somma il prossimo direttore sportivo della Turris, che ha vissuto settimane non semplici per il passaggio delle quote societarie. Il navigato dirigente andrebbe ad aumentare il maniera esponenziale il tasso di esperienza del sodalizio corallino: possibili novità anche in panchina dove non è sicura la permanenza di Menichini. Idee chiare ad Avellino dove il patron D’Agostino ha rinnovato la fiducia a mister Pazienza che sarà ancora alla guida dei biancoverdi per tentare la scalata alla serie B. Potrebbero dividersi, invece, le strade dell’allenatore Enzo Maiuri e quella del Sorrento. Dopo l’ottimo cammino dei rossoneri nella scorsa stagione, il tecnico starebbe valutando la possibilità di misurarsi con un progetto più ambizioso di quello dei campani che dovranno, inoltre, fare di nuovo i conti con l’indisponibilità del proprio impianto emigrando al “Viviani” di Potenza con tutte le difficoltà del caso. A Benevento, dopo la conferma di mister Auteri, il sodalizio giallorosso è pronto a proporre il rinnovo di contratto a Ciciretti (scadenza giugno 2024). Non riscattati Acampora e Viviani da Bari e Cosenza. Per loro si profila un ritorno nel Sannio, ma non sembrano rientrare nel progetto dell’allenatore siciliano.