Tempo di lettura: 2 minuti

Vitulano – Ieri mattina, i bambini dello Sport Camp Vitulano, accompagnati da tutto lo staff, hanno raggiunto l’antico monastero delle Maestre Pie Filippini nella storica via Fuschi di sopra in Vitulano, dove è presente il laboratorio didattico dell’olio extra vergine di oliva e oltre all’agroalimentare di qualità è stata data molta attenzione alla biodiversità e alle specie presenti nel parco regionale Taburno Camposauro.

Infatti, oltre a parlare di flora e fauna presente nel parco, essendo dotato il laboratorio di un potente microscopio, i bambini hanno avuto la possibilità di vedere alcune cellule vegetali o animali e farne il confronto; secondo il promotore del laboratorio didattico, l’agronomo Sebastian Limata: “L’attenzione all’ambiente e al territorio è fondamentale, soprattutto in questo periodo dove sono frequenti nel mondo violente precipitazioni dovute all’aumento dell’anidride carbonica, ed è importante inculcare nelle giovani generazioni l’importanza del verde e come possa incrementare l’ossigeno nello strato della biosfera oltre all’importanza dell’agroalimentare di qualità.” infatti alla fine della giornata, “è stata fatta una degustazione di pane ed olio e sono state visitate le antiche vasche in pietra scolpite a mano dove veniva conservato l’olio dall’epoca dei romani fino al primo dopoguerra. Al termine della giornata è stato fatto una sorta di debriefing, da parte degli istruttori Carlo De Filippo e Eugenio De Duonni  e il responsabile tecnico Antonio De Maria da cui è emersa tutta la soddisfazione e la felicità dei bambini, oltre a quella delle famiglie, per aver vissuto questa esperienza davvero unica e formativa che mira a valorizzare il nostro territorio. Un ringraziamento va anche a tutta la Polisportiva Vitulano per averci sostenuto in questo progetto estivo”.