Tempo di lettura: < 1 minuto

Ceppaloni (Bn) –  I Carabinieri della Compagnia di Montesarchio e Ceppaloni insieme al personale del Nucleo Operativo Ecologico di Napoli hanno eseguito, nella giornata di ieri, un controllo presso un complesso turistico nel territorio di Ceppaloni dove hanno riscontrato irregolarità in ordine al Testo Unico Ambientale relativamente alla mancata osservazione del divieto di scarico di acque reflue industriali. Il titolare dell’impresa è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Benevento. I militari hanno inoltre sottoposto a sequestro la vasca non a tenuta stagna di raccolta delle acque reflue scaricate dopo le operazioni di contro-lavaggio.

Nell’ambito delle stesse verifiche è stato denunciato in stato di libertà anche l’amministratore unico di una società per aver gestito, in assenza di autorizzazione, nella fase di stoccaggio, rifiuti pericolosi e non prodotti da altra azienda e abbandonato in modo incontrollato i rifiuti della propria attività. I Carabinieri hanno pertanto fatto scattare il sequestro dell’area interessata dalla presenza dei rifiuti.