Tempo di lettura: 3 minuti

Cautano – Le aspettative erano alte, ma il risultato è andato ben oltre. Grande successo per il ‘Salotto poetico’ che si è tenuto ieri sera in piazza Lamberti a Cautano. Un incontro denso di emozioni e partecipazione, tra racconti, ricordi e tanta poesia, nel vero senso della parola. Scenario naturale, una collocazione che si è prestata bene all’evento, un vero e proprio salottino che ha permesso ai due ospiti di potersi sentire come a casa e aprirsi completamente. Michele Piramide e Marzio Pellegrini hanno intrattenuto il numeroso pubblico presente parlando delle proprie attività, dei propri libri e delle difficoltà che esistono nell’essere autori indipendente: gente che produce in maniera autonoma il prodotto mettendolo sul mercato, con la speranza che il prodotto possa fare breccia. Il tutto senza case editrici alle spalle. Il perchè di questa scelta è semplice: la passione e la voglia di regalare emozioni alla gente. Ma questo va fatto a scatola chiusa.

Primo momento di racconti, seconda parte di contest con 13 autori che sono messi in gioco per far conoscere le proprie creazioni e, perchè no, metterci anche della sana competizione che non guasta mai. Il peso della scelta a una giuria popolare e a una di qualità, composta da professionisti e giornalisti. 

Momento toccante sicuramente la lettura della presidentessa della Giuria d’eccellenza, la dottoressa Procaccini che ha incantato la gente, con tanto di standing ovation finale, con la sua poesia dedicata alla figlia, Simonetta Lamberti, la bimba uccisa per errore durante un agguato al padre, magistrato anticamorra. Altro momento toccante la lettura di Michele Piramide dedicata al nonno, il tutto declamato stando seduto sulla Vespa, accompagnato dal sax di Marco Di Maria. Una pergamena che è stata donata al sindaco di Cautano Alessandro Gisoldi, all’interno della giuria insieme alla professoressa D’Aronzo e a Mario Ferraro, per citarne alcuni.

Come detto, poi, spazio al contest e alle letture di Dario Belfiore, Licia Caporaso, Antonio Rapuano, Gaetano Fusco, Martina Loia, Umberto Mobilia, Marta Procaccini, Giovanni Cusano, Roberta Limata, Isabella Angelone, Manuela Forgione, Milena Di Rubbo ed Emanuele Campasano.

Competizione di alto livello che ha visto trionfare la giovanissima Martina Loia. Seconda piazza per Milena Di Rubbo. Il premio d’Eccellenza, infine, è andato ad Emanuele Campasano, sorpreso al momento dell’incoronazione. Foto di rito e chiusura, ovviamente nelle mani e nelle parole della dottoressa Procaccini. Non poteva che essere lei la persona adatta a chiudere le porte del salottino con grazie e poesia.