Tempo di lettura: 3 minuti

Il Partito Democratico di San Giorgio del Sannio interviene con una nota a chiedere chiarezza al sindaco Mario Pepe in relazione alle scelte che assumerà in cabina elettorale.

E questo perchè la fascia tricolore, per i democrat guidati da Marcello Barrasso, “continua ad allietare i Sangiorgesi con le sue cervellotiche riflessioni sulla politica e le imminenti elezioni. Neanche il gelo siberiano ferma la sua prolifica penna!! Tuttavia il grande freddo qualche problema di connessione logica glielo crea. Perché, infatti ci chiediamo, avventurarsi in lunghe e poco chiare disquisizioni su chi non votare invece di dire apertamente a chi dare il proprio voto? Sarebbe più semplice e comporterebbe meno dispendio di energie!!! E sarebbe anche una operazione di chiarezza da parte sua che renderebbe i suoi proclami più comprensibili per i Cittadini. E sì, perché ancora una volta il suo modo ondivago di procedere non aiuta a capire“.

Considerando solo le performances di queste ultime settimane, – prosegue la nota del Pd -abbiamo assistito a elogi sperticati per Grasso e il suo movimento. Parole roboanti e vuote al tempo stesso, come al solito. Poi, la sua partecipazione all’assemblea provinciale del suddetto movimento. A distanza di qualche giorno, un’altra partecipazione, altrettanto sbandierata, ad una assemblea di Forza Italia, senza alcun pudore per la distanza siderale che separa i due movimenti. Ma il personaggio è esattamente questo: come a dire che Destra e Sinistra “per me pari sono”. Nel frattempo, si è prodigato in affettuose parole di auguri per i novant’anni di De Mita, che anche a causa del periodo elettorale, a tutti sono sembrati qualcosa di più che semplici auguri”.

Insomma, un paio di settimane particolarmente defaticanti per il sindaco Mario Pepe, che ha cercato di non scontentare nessuno: né l’estrema Destra, né l’estrema Sinistra, né il Centro. Una buona parola per tutti così da voler essere amico di tutti. Ma proprio perché ci sono tutti, riteniamo sia giunto il momento che il Sindaco di un Paese importante come San Giorgio debba adesso dire chiaramente a chi andrà il suo voto!! E già, perché in questa confusione, solo una cosa è chiara: non voterà per il PD. La qual cosa, del resto, ci lascia alquanto indifferenti, perché se è vero che siamo in campagna elettorale è altrettanto vero che non vogliamo il voto proprio di chiunque…”.

Il suo atteggiamento, onestamente, – la conclusione – ingenera un sospetto forte: vuoi vedere che per dichiararsi aspetta prima il risultato, così da essere sicuro di chi sia il vincitore per cercare di salire sul famoso carro? Le capriole che ha messo in atto negli ultimi mesi, passando da uno schieramento all’altro, rendono questo sospetto evidentemente molto fondato!! Ecco perché riteniamo utile dargli il consiglio di non fare riferimenti, nei suoi proclami, al trasformismo e al mimetismo: i Cittadini sangiorgesi potrebbero essere tentati di chiedergli parecchie spiegazioni”.