La storia di Elvio Esposito, dal Sannio alla Spagna lungo il “Cammino” di Santiago

Tempo di lettura: 3 minuti

Telese Terme (Bn) – Se passate da Santiago de Compostela provate a chiedere di lui. Il suo nome risuonerà tra i vicoletti lastricati della città antica. Una storia, quella di Elvio Esposito, partita, tuttavia, qualche migliaio di chilometri più ad est rispetto alla costa atlantica spagnola, da Telese Terme. Nel 2009 la sua prima esperienza in terra galiziana con un’opportunità offerta dal progetto Erasmus dell’Unisannio e quindi il trasferimento definitivo nella penisola iberica nel 2013. La passione per i viaggi che diventa un lavoro e l’apertura di un’agenzia tutta sua.

Sono l’unico italiano – così inizia il suo racconto – che a Santiago de Compostela si dedica all’organizzazione di itinerari e programmi di viaggio per i turisti e i pellegrini che intraprendono il «Cammino». Si tratta di un settore particolarmente importante in considerazione del fatto che i nostri connazionali sono secondi solo agli spagnoli per numero di presenze. Offriamo escursioni di ogni genere e tipo con l’obiettivo di proporre soluzioni alla portata di tutti. Da buon italiano del Sud ricevo ogni giorno in agenzia tante persone con cordialità e ospitalità indicando loro dove mangiare, cosa vedere, cosa fare e magari cosa non fare. Finisterre, quella che tanti secoli addietro i romani consideravano la fine del mondo, è la destinazione più quotata con il Santuario della Vergine della Barca di Muxia, le imponenti cascate di Ezaro e il paesino portuale di Muros. Questa esperienza è valutata al secondo posto su tripadvisor e siamo orgogliosi dei tanti commenti positivi che riceviamo quotidianamente”.

La molla per dare il via a questa bella iniziativa e farla diventare un vero e proprio lavoro, è scattata dopo l’esperienza Erasmus.

Ho sempre vissuto a Telese con la mia famiglia, mio padre gestiva una piccola attività e in qualche modo ho voluto seguire il suo esempio, consapevole di tutte le difficoltà del caso. Poi gli studi in ingegneria informatica presso l’Università del Sannio, l’Erasmus in Spagna e la mia prima visita a Santiago. È stato amore a prima vista. Dopo la laurea mi sono trasferito in pianta stabile. Sono stato fortunato perchè ho trovato lavoro in poco tempo per un’agenzia di viaggi dalla quale ho imparato molto. Per il resto tanto impegno, passione e sacrificio, da buon sannita“.

Le attività, però, non si fermano di certo qui, ma c’è ancora altro che bolle in pentola.

“Crescere e consolidare la credibilità e la fiducia conquistata in questi anni. Oltre ai tour nei dintorni di Santiago la mia agenzia propone viaggi su tutta la penisola iberica, sia in Spagna che in Portogallo, in Marocco, collaboriamo con Unitrips che organizza il celebre Eurotrip per studenti e non solo che tocca praticamente tutte le più importanti capitali europee. Viaggiare dovrebbe poter essere accessibile a tutti, per conoscere il mondo, vivere ed integrasi con culture differenti, senza distinzione di sesso, razza, etá, lingua o religione. Mi piacerebbe continuare a fare bene il mio lavoro e perchè no, riuscire a far conoscere questi splendidi territori a tanti amici provenienti dal Sannio”.