Tempo di lettura: 2 minuti

Primo giorno di scuola a Benevento. Per il suono della campanella, in un anno così particolare data l’emergenza Covid, gli assessori della giunta Mastella si sono presentati nei vari istituti scolastici cittadini. Il sindaco Clemente Mastella ha scelto il convitto di piazza Roma per salutare gli studenti, di nuovo in classe dopo 7 mesi. L’occasione buona, per l’inquilino di palazzo Mosti, per parlare alla stampa delle vicende e delle polemiche che hanno accompagnato il ritorno a scuola:

“Il rinvio dell’inizio dell’anno scolastico era dovuto alle richieste dei dirigenti scolastici e non a delle nostre mancanze. Lo dico per chi ha commentato in maniera scomposta questa situazione. Noi eravamo pronti. Voglio rassicurare le mamme e i papà che con l’Asl ci siamo preparati e dovesse accadere qualcosa saranno subito contattati. Nessuno può immaginare che su migliaia di ragazzi non possa mai capitare un positivo ma bisogna lavorare in comunità. A tutti consiglio di fare il vaccino antinfluenzale. Serve attenzione e responsabilità. Prima o poi il vaccino arriverà e cominceremo a uscire da questa situazione. Fino ad allora ci sono delle regole da rispettare e bisogna farlo”.

“Quando abbiamo annunciato il rinvio siamo stati subissati da critiche, comitati e manifestazioni di dissenso. Oggi invece ricevo telefonate su telefonate da parse di cittadini che mi chiedono di rinviare ancora. Ogni passo è accompagnato da comitati che non hanno alcun fondamento giuridico, sono semplicemente delle persone che si riuniscono e si definiscono comitato. Stesso discorso per l’aria: faccio le domeniche ecologiche e tutti protestano poi escono le classifiche, Benevento viene giudicata male, e protestano di nuovo. Di cattiva aria si muove e sarò irremovibile”.

Presso l’istituto comprensivo Torre si è recato l’assessore alle Politiche Scolastiche Rossella Del Prete.