Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Riceviamo e pubblichiamo la nota inviata da Giovanni Tommaselli, Segretario Territoriale Fsi-Usae, Gaetano Simeone, Segretario Territoriale Nursing Up e Mario Ciarlo, Segretario Generale Fials, al Direttore Generale e al Direttore Amministrativo dell’azienda ospedaliera San Pio per un incontro urgente in merito ai buoni pasto del Sant’Alfonso Maria de Liguori.

Le scriventi Segreterie, a margine della riunione sindacale del 12-11-2018, letto il verbale in merito all’argomento “buoni pasto Sant’Alfonso Maria dè Liguori”, fanno presente che nel verbale è scritto testualmente:  “tenuto conto che nel P.O di Sant Agata non è presente la mensa, i lavoratori devono essere equiparati a quanto prevede il contratto nel termine dei loro relativi diritti, secondo le modalità e le regole del P.O. Rummo”.  Non è chiaro, dunque, né  si evince una soluzione certa e condivisa. Considerato che la ASL BN aveva regolamentato l’assegnazione dei buoni pasto al personale dipendente, con l’annessione del P.O. dalla ASL alla A.O. Rummo, l’erogazione dei buoni pasto trova altre regole. A seguito di richieste sindacali, il management intende sanare la Vacazio del diritto alla mensa ai lavoratori del P.O. di Sant Agata dal 1 gennaio 2018 ad oggi. Pertanto, queste OO.SS chiedono un incontro urgente sull’argomento, per definire le modalità di assegnazione e i tempi di erogazione non regolamentate nel verbale”.