Tempo di lettura: 2 minuti

Clemente Mastella tiene botta. Il sindaco di Benevento, a meno di un anno dal termine del suo mandato, continua a riscuotere il consenso della maggior parte dei suoi concittadini.

E’ il dato che emerge dall’indice di gradimento delle fasce tricolori pubblicato questa mattina da “Il Sole 24 Ore”. L’edizione 2020 del Governance Poll consegna all’ex Guardasigilli la sedicesima posizione in classifica (105 i sindaci valutati). Meglio dell’inquilino di palazzo Mosti, in Campania, fa soltanto (e di poco) il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli.

Ad approvare l’operato di Mastella, a leggere il report fornito dal quotidiano di Confindustria, è ancora il 59,5% dei beneventani. Il bicchiere mezzo vuoto è dato dal calo di consensi (-3,4%) registrato rispetto alle elezioni “reali” del 2016 ma bisogna pur considerare che il parametro di riferimento, ovvero il 62,9%, è il dato del ballottaggio.

Tornando alle positività, Mastella sfiora il podio dei sindaci più apprezzati nel Mezzogiorno. A sopravanzarlo, oltre al già citato salernitano Napoli, i due primi cittadini più amati d’Italia: la medaglia d’oro Antonio Decaro di Bari e il messinese Cateno De Luca. E non sarà un caso se ad aprire la graduatoria sono proprio quegli amministratori che più hanno giocato un ruolo da protagonisti durante l’emergenza Covid.

Restando alla Campania, dopo Napoli e Mastella c’è il vuoto. Bocciati senza appello l’irpino Gianluca Festa (96esimo con l’indice di gradimento fermo al 44,7%), il casertano Carlo Marino (98esimo con il 43,3%) e soprattutto Luigi de Magistris, centesimo e apprezzato solo dal 42,2% dei napoletani intervistati.