Sparandeo: “Noi troppo frenetici, per me giocare è stato il massimo”

Sparandeo: “Noi troppo frenetici, per me giocare è stato il massimo”

Tempo di lettura: 2 minuti

Carpi (Mo) – Il debutto in assoluto in maglia giallorossa lo aveva già bagnato la scorsa stagione, quando Roberto De Zerbi lo fece esordire in serie A contro la Spal. Stavolta per Luca Sparandeo è stata però un’emozione diversa. Cristian Bucchi lo ha gettato nella mischia a inizio ripresa, complici gli infortuni di Letizia e Di Chiara: “Mi sono fatto trovare pronto e penso di aver fatto una buona partita. Dispiace per l’episodio del finale, quando sulla conclusione di Vano avrei potuto forse fare qualcosa in più, ma in linea generale penso che abbiamo pagato la troppa frenesia nel pensare di aver portato a casa il match. Nei minuti finali avremmo dovuto gestire meglio, invece abbiamo avuto un calo”.

La decisione di Bucchi è comunque qualcosa che riempie d’orgoglio il prodotto del vivaio sannita: “Ringrazio il mister per la fiducia, per me è sempre una grande emozione poter dimostrare le mie doti all’allenatore. Spero di aver fatto bene, mi adatto a ogni sua decisione. Sono a sua disposizione così come lo siamo tutti. Ora dobbiamo solo rimboccarci le maniche e lavorare con maggiore intensità”. 

Sul futuro Sparandeo non ha dubbi: “Fin da piccolo ho l’obiettivo di voler arrivare ai massimi livelli del calcio italiano. E’ un sogno per cui lavoro ogni giorno. Ora voglio fare bene con il Benevento e aiutarlo se possibile a raggiungere il suo obiettivo. So che il club e l’allenatore credono in me, sento la loro fiducia”.

 

 


Commenti