Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Una serata gradevole con uno spettacolo altrettanto gradevole. E’ andato in scena ieri sera, al teatro De Simone, “Mamma tu non esisti, opera inserita all’interno del cartellone di Città Spettacolo Teatro. Protagonista e regista Gianni Federico che ha tradotto, insieme ad Antonella Grasso, l’opera intitolata “Terapia” del drammaturgo e attore argentino Martin Giner. Sul palco non c’era solo l’attore romano, ma beneventano d’adozione, ma è stato possibile ammirare la bravura di Patrizia Santamaria, sannita purosangue e compagna di Gianni Federico.

La preparazione dello spettacolo serale è stata l’occasione per una piacevole chiacchierata con entrambi, tra battute, segreti e difficoltà di un lavoro, quello teatrale, che è diventato di nicchia per fondi che diventano sempre più esigui e in alcune circostanze mancano addirittura.

Un’alchimia particolare tra i due e in fondo il segreto è anche quello. Una commedia diventa veritiera quando gli attori che la mettono in scena riescono a creare un’atmosfera di complicità tale da farla sembrare uno spaccato di vita reale.

Un onore poter recitare a Benevento – hanno affermato entrambi – ma allo stesso tempo anche un onere perchè ci si ritrova in un ambiente che conosci bene, con tante persone che conosci e che probabilmente si aspettano tanto. Difficile recitare col compagno, ma allo stesso tempo può rappresentare quel qualcosa in più perchè esiste un legame naturale che, poi, si trasporta sulla scena”. 

De Simone gremito, tante le persone che non hanno voluto saltare l’appuntamento e alla fine sono state ripagate da uno spettacolo più che godibile, intenso e dai tanti spunti di riflessione.