Tempo di lettura: 3 minuti

La Spezia – Continuano a camminare a braccetto Spezia e Benevento in classifica. Le formazioni di Italiano e Inzaghi pareggiano per la prima volta nelle loro storia, raggiungendo quota 26 punti. Un pari che non permette a nessuna delle due di compire un passo avanti verso una salvezza che andrà conquistata nelle prossime dodici giornate. Lo Spezia recrimina per le due traverse colpite, il Benevento risponde con una prestazione gagliarda dopo le ultime vicende che hanno portato alla mancata convocazione di Schiattarella e Insigne.

La partita – Consueto 4-3-3 per Italiano, il tecnico dello Spezia recupera Pobega che si accomoda però in panchina. Attacco pesante per i liguri, al fianco di Nzola ci sono infatti Verde e Gyasi. Tra assenze e necessità, Inzaghi rivoluziona la formazione. L’allenatore giallorosso vara il 3-5-2, piazzando Improta e Tello sugli esterni e lanciando dal primo minuto Gaich con Caprari.

Pronti via e i padroni di casa hanno una rocambolesca occasione. Incertezza della retroguardia ospite, Nzola per poco non ne approfitta per sbloccare il risultato. Opportunità che non spaventa la Strega, i giallorossi reagiscono subito con un’imbucata di Improta per Gaich, l’argentino sbaglia il controllo decisivo. L’ex Cska Mosca si riscatta al 23′. Errore di Terzi, Viola gli scippa la sfera e lancia Gaich, “El Tanque” mette a sedere Ricci e batte Zoet festeggiando nel migliore dei modi la prima da titolare. Dopo la rete la partita scivola sui binari dell’equilibrio, solo nel finale un lampo di Verde costringe Montipò al primo intervento della sua partita.

Italiano si gioca subito due cambi dopo l’intervallo ma sono due difensori. Il suo Spezia continua a faticare contro il Benevento che rischia al 12′ su un traversone di Ferrer, Gyasi impatta di testa centrando la traversa. Sulla ribattuta Estevez impegna Montipò. Sono i padroni di casa a fare la partita, i sanniti provano a rendersi pericolosi con un destro di Improta dalla distanza largo di molto. Lo Spezia torna a spingere e al 26′ trova il pareggio. Gyasi allarga per Farias, scarico per Maggiore stoppato da Montipò, la sfera danza sulla linea di porta e il rinvio di Tuia si trasforma in un assist per Verde che deposita in rete. Ci credono i liguri che poco dopo vanno a un passo dal sorpasso, stacco imperioso di Erlic e sfera ancora una volta contro la traversa. La formazione di Inzaghi regge l’urto e al novantesimo costruisce una bella azione finalizzata da Improta, destro sul fondo dell’esterno. E’ l’ultima emozione dello scontro salvezza del “Picco“.

Spezia-Benevento 1-1

Reti: 23’pt Gaich, 26’st Verde

Spezia (4-3-3): Zoet; Ferrer, Ismajli, Terzi (1’st Erlic), Bastoni (1’st Marchizza); Leo Sena, Ricci, Estevez (19’st Maggiore); Verde (40’st Galabinov), Nzola (13’st Farias), Gyasi. A disp.: Kaprikas, Acampora, Chabot, Pobega, Vignali, Agudelo, Piccoli. All.: Vincenzo Italiano

Benevento (3-5-2): Montipò; Tuia (40’st Caldirola), Glik, Barba; Tello, Hetemaj, Viola, Ionita (40’st Caldirola), Improta; Caprari (31’st Sau), Gaich (14’st Moncini). A disp.: Manfredini, Lucatelli, Lapadula, Foulon, Di Serio, Pastina, Diambo. All.: Filippo Inzaghi

Arbitro: Francesco Fourneau di Roma 1

Assistenti: Stefano Liberti di Pisa e Luigi Lanotte di Barletta

IV uomo: Matteo Gariglio di Pinerolo

Var (A/Var): Gianluca Aureliano di Bologna (Alessandro Costanzo di Orvieto)

Ammoniti: Bastoni, Erlic per lo Spezia, Improta, Barba, Sau, Dabo per il Benevento

Note – Recupero: 1’pt, 5’st