Sporting Pietrelcina, Pepe: “Play off? Dobbiamo fare la corsa su noi stessi”

Sporting Pietrelcina, Pepe: “Play off? Dobbiamo fare la corsa su noi stessi”

Tempo di lettura: 3 minuti

di Alessandro Savoia

Pietrelcina (Bn) – “Abbiamo perso una buona occasione, ma non c’è nulla di cui preoccuparsi. Andremo avanti per la nostra strada affrontando il resto della stagione vivendo alla giornata. Dobbiamo semplicemente fare la corsa su noi stessi e alla fine tireremo le somme”. Felice Pepe, il giovanissimo attaccante esterno dello Sporting Pietrelcina, indica il percorso che la compagine del paese di San Pio dovrà imboccare per tenere vivo il sogno di una possibile partecipazione ai playoff. “Non sarà facile per noi raggiungere tale traguardo – esclama il ventiquattrenne Pepe -, ma ce la metteremo tutta, perché crediamo ciecamente nel lavoro del nostro tecnico Catullo e ci sentiamo parte integrante del progetto che la società del presidente Maioli ha ritenuto opportuno avviare. Siamo una squadra prevalentemente composta da giovani volenterosi e caparbi, disposti a tutto pur di regalarci, e regalare a tutto l’ambiente pietrelcinese, una grande soddisfazione”.

Intanto, il pareggio casalingo della scorsa settimana nel derby con il Vitulano, ha complicato i piani, visto che lo Sporting Pietrelcina è scivolato due lunghezze dietro il Falciano, la squadra che occupa l’ultima posizione utile per i playoff. “Un pareggio che ci sta tutto – dice Pepe, ritornato in piena forma dopo un fastidioso infortunio che lo ha tenuto lontano da i campi circa due mesi -, i derby sono partite a parte, dove non sempre ha la meglio la squadra più forte o chi sta avanti in classifica. Il campionato è ancora lungo, mancano ancora dieci giornate alla fine e con trenta punti in palio le gerarchie possono cambiare da una giornata all’altra. Dal canto nostro posso assicurare che la classifica la guardiamo poco, il nostro obiettivo è quello di vivere alla giornata e cercare di ottenere sempre il massimo da ogni singolo incontro”.

Dalla prossima sfida sarà un po’ difficile racimolare punti, visto che lo Sporting Pietrelcina sarà ospite della nuova capolista Cellole. “Andremo lì senza timori reverenziali, pur conoscendo la loro forza – dice Pepe -, così come conosciamo il nostro valore e la nostra voglia di imporci sempre. Partiremo naturalmente con gli sfavori dei pronostici, ma poi sarà sempre il campo a decidere le sorti di una gara. Abbiamo vissuto un periodo di flessione legato alle troppe assenze, ma ora che stiamo recuperando un po’ tutti (all’appello manca solo il bomber Manco) è lecito sperare da parte nostra in un finale di stagione in crescendo. Stiamo preparando la sfida con il Cellole nei minimi particolari perché è nostra intenzione giocarci la gara senza lasciare nulla al caso”.


Scarica la nostra App
Disponibile su Google Play




Commenti