Tempo di lettura: < 1 minuto

Ancora un “no” alla riapertura degli stadi. A pronunciarlo, intervistato dal Corriere della Sera, è Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di Sanità.
I raduni di massa sono considerati al mondo come il massimo livello di rischio che non è legato solo all’evento, ci sono una serie di problemi nel gestire l’ingresso e l’uscita delle persone. Il Cts ritiene che allo stato attuale non ci siano le premesse per eventi con spettatori e la preoccupazione è anche quella di non sovraccaricare il sistema di altri fattori di rischio” – le parole di Brusaferro al quotidiano milanese.