Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento – I Carabinieri di alcuni centri della provincia di Benevento potrebbero cambiare “casa”. La Prefettura del capoluogo sannita, infatti, nell’ambito dei piani di razionalizzazione del patrimonio pubblico e di riduzione dei costi per le locazioni passive, intende verificare la possibilità di assumere in locazione locali da destinare a sede delle Caserme dei Carabinieri in 6 comuni sanniti (Airola, Apice, Cautano, Ponte, San Giorgio del Sannio e San Marco dei Cavoti), che possano avere un canone più basso rispetto a quello attuale. L’avviso dell’indagine di mercato, pubblicata sul sito della Prefettura sannita, è semplicemente conoscitivo e precisano dal Palazzo del Governo: “rimane comunque subordinata al rilascio del nulla osta alla stipula da parte dell’Agenzia del Demanio e del Ministero dell’Interno. Dunque, nessun diritto sorge in capo all’offerente per il semplice fatto della presentazione dell’offerta”.

Nei diversi avvisi pubblicati per ogni comune vengono indicate le caratteristiche dell’immobile da ricercare, le modalità di presentazione dell’offerta (tutte da consegnare entro il 30 novembre 2019), la documentazione da allegare con la sottolineatura che: “l’indagine di mercato avviata con gli avvisi non costituisce impegno alcuno per l’Amministrazione, che si riserva di valutare insindacabilmente l’opportunità di avviare o meno una formale trattativa per la stipulazione del contratto di locazione”.

Entrando nello specifico vediamo che per Airola, dove il Sindaco Napoletano è intervenuto in merito (LEGGI QUI),  il canone attualmente corrisposto è dì 11.457,62 euro annui. La nuova possibile sede dei militari viene ricercata nei comuni di Airola, Bucciano e Moiano.

Per Apice invece la ricerca resta nello stesso comune ma con un canone di locazione inferiore agli attuali 11.413,70 euro annui. Proseguendo nella lettura degli avvisi vediamo che anche Cautano potrebbe non essere più sede della Caserma dei Carabinieri. La ricerca infatti dovrà essere fatta nei comuni della stessa cittadina sannita, a Campoli Monte Taburno e a Tocco Caudio, con un canone inferiore agli attuali 12.023,12 euro annui.

E ancora, a Ponte si cerca un immobile con canone di locazione inferiore ai 3.950,90 euro attualmente pagati, mentre da San Giorgio del Sannio il nuovo immobile per la Caserma dei Carabinieri potrebbe essere individuato, oltre che nella stessa San Giorgio, anche nei comuni limitrofi di San Nazzaro, San Martino Sannita  e San Nicola Manfredi, con un canone di locazione inferiore agli attuali 17.559,54 euro annui.

Infine San Marco dei Cavoti. Nel centro fortorino l’attuale canone di locazione dell’immobile utilizzato dai militari è pari a 18.739,60 euro all’anno. L’eventuale nuova sede da ricercare, disponibile in tempi ragionevolmente brevi, dovrà essere situata nella stessa San Marco oppure a Molinara e Reino.

Dunque, la spending review del Ministero potrebbe colpire anche le Forze Armate sannite che sarebbero così costrette a trovarsi una nuova “casa” più economica.

QUI TUTTI I DETTAGLI DEGLI AVVISI PUBBLICATI SUL SITO DELLA PREFETTURA DI BENEVENTO