Tempo di lettura: 2 minuti

“Era una delle prime edizioni del Telesia Film Festival, l’evento ideato da Pino Luongo sul finire degli anni ’90 che portò a Telese Terme tutta l’atmosfera del mondo del cinema e tante stelle del grande schermo. Tra queste, l’immensa Lina Wertmuller”.

Il ricordo, nitido, del sindaco di Telese, Giovanni Caporaso, all’epoca assessore al Turismo e agli Eventi, è singolare e ricco di quell’ironia di cui proprio Wertmuller era maestra indiscussa.

“Toccò a me e all’attuale comandante della Polizia Locale, Pasquale Di Mezza il compito di recarci a Roma, a casa della grandissima regista per accompagnarla nel Parco Jacobelli di Telese, dove si svolgevano le serate del festival – racconta il sindaco Caporaso -. Viaggio di andata e ritorno con la Signora del cinema. Ancora mi emoziono ripensando a quelle ore trascorse in auto insieme a uno dei nomi più grandi della cinematografia internazionale. Si accomodò accanto al conducente e con grande semplicità ci mise a nostro agio, parlandoci di cose per noi pressoché sconosciute e protestando ogni volta che tentavamo di accendere l’aria condizionata. Il caldo era insopportabile ma non ci fu verso di farle cambiare idea. Ci parlò delle sue origini irpine e di come amasse tutta la Campania, Napoli ma anche le aree interne. A Telese venne accolta dal calore della nostra comunità, un vero bagno di folla. Ho incontrato tanti telesini questa mattina che hanno voluto parlarmi di quella serata descrivendola con una dolcezza e con una emozione particolare. Anche per questo motivo abbiamo deciso che in estate dedicheremo un evento a Lina Wertmuller, sarà un modo per dire ancora una volta grazie alla Signora del Cinema”.