- Pubblicità -
Tempo di lettura: 3 minuti

E’ stato ufficializzato il programma della festa di Santo Stefano, patrono di Telese Terme, che si svolgerà dal 28 al 30 giugno prossimi. 

Dal 24 al 29 giugno la peregrinatio della statua del santo Patrono nelle varie zone della città, con recita del Rosario e Santa Messa (lunedì, via Luigi Sodo parco Esmeralda; martedì zona lago, Belvedere Padel Club; mercoledì antiche terme Jacobelli; giovedì via Tarvisio; venerdì chiesa S. Alfonso con la celebrazione presieduta dal Vescovo mons. Mazzafaro nel ricordo dei 90 anni dell’istituzione del Comune di Telese e con la presenza del ministro dell’Interno Matteo Piantedosi; sabato chiesa di S. Stefano) e si concluderà domenica 30 giugno con la celebrazione della Santa Messa e la solenne Processione.

Il programma civile prevede tre serate di musica, in particolare sabato 29 giugno in Piazza Unità d’Italia ci saranno Gli Alunni del Sole in concerto. 

“La Festa Patronale ci rappresenta tutti come un’unica comunità, un unico cuore pulsante che batte per la propria città, per la propria amata Telese – afferma il sindaco Giovanni Caporaso -. Questo è il miracolo che ogni anno si manifesta, che noi concittadini dobbiamo leggere come segnale dell’unicità che ci contraddistingue. Sono grato ai nostri parroci don Gerardo e don Giammaria per il grande impegno profuso anche quest’anno per la buona riuscita di questo evento, dall’immenso valore per la nostra comunità, grazie al suo grande significato religioso e sono grato a tutti coloro che hanno collaborato e sostenuto il comitato per l’organizzazione e per la stesura del programma. Quest’anno, poi, la festa ricade nelle celebrazioni dei 90 anni dell’istituzione del Comune di Telese, dunque al già forte messaggio religioso si aggiunge l’aspetto istituzionale, il che renderà speciale questo appuntamento”. 

“La festa di santo Stefano rappresenta per la nostra comunità un momento di aggregazione e di condivisione e soprattutto di festa – aggiunge l’assessore Filomena Di Mezza -. Conserviamo la sua connotazione prevalentemente spirituale senza tralasciare i momenti ludico ricreativi che consentono di aggregare anche le comunità vicine”. 

“Con gioia presentiamo il programma che ci proietta a rivivere la festa del nostro patrono, un giovane che ha saputo testimoniare con il dono della sua vita non solo la sua fede ma anche i valori in cui credeva – spiegano i parroci di Telese, don Gerardo Piscitelli e don Giammaria Cipollone -. Stefano diventa un esempio per la nostra comunità, con il suo prendersi cura degli altri, il creare relazioni di amicizia, di fraternità, diventa martire, testimone di vita e di bellezza.

La festa si inserisce in questi primi 90 anni di vita del comune – sottolineano ancora i due parroci -, ricordiamo che una comunità nasce e cresce intorno alla figura di un patrono, che diventa modello e riferimento, e la nostra festa, quest’anno, vuole richiamare i valori e la testimonianza di Santo Stefano per il nostro vivere come comunità per continuare a farla crescere nella concordia, nella pace, nella giustizia. Nei giorni di peregrinatio il patrono toccherà i vari punti di Telese, è il patrono che visita, che si mette in cammino, quindi incontra la comunità nelle varie zone per poi raccoglierla domenica quando si metterà in cammino in processione. Infine il 28 – concludono – con la messa officiata dal nostro vescovo ringrazieremo Santo Stefano per questi primi 90 anni di vita della comunità”.