Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – “L’area del terminal? Attribuiamogli una funzione, quella dei servizi per il turismo invece di realizzare un altro palazzo”.

A pensarla così è Luigi Diego Perifano, candidato sindaco di Alternativa per Benevento. Presso la sala conferenze dell’Una Hotel il Molino, Perifano si è confrontato nuovamente con la stampa sannita. Ad accompagnarlo, questa volta, Angelo Miceli e Pasquale Basile: l’appuntamento di stamattina si è rivelato utile, infatti, ad annunciare l’accordo tra ‘Benevento Città Aperta‘ e ‘Civica‘, movimenti che confluiranno in una unica lista.

“Già in occasione della mia prima conferenza stampa avevo invitato i rappresentanti delle varie forze in mio sostegno a dare un segnale di sobrietà alla cittadinanza non esagerando con il numero di liste da presentare all’elezione. Ringrazio i rappresentanti di Città Aperta e Civica per aver raccolto questo mio auspicio” – ha spiegato Perifano.

E ‘in dote’ alla nuova formazione politica, Civica ha portato il progetto di riqualificazione dell’area del Terminal realizzato da due architetti beneventani, Francesco Carbone e Alfredo Chiariotti. Il progetto risale al 2007 e punta a creare un’area strutturata per l’accoglienza dei turisti (info point, negozi per le eccellenze dell’agroalimentare, boutique artigianali, servizi igienici) e ancora un parcheggio auto, impianti sportivi a servizio delle scuole, percorsi pedonali e spazi verdi. Il tutto, senza rinunciare al terminal data la centralità della location.

Insomma, un’alternativa concettuale al progetto della casertana Lumode sostenuto dall’amministrazione Mastella. “Quella proposta è una schifezza” – ha chiosato Perifano.