Tempo di lettura: < 1 minuto

Benevento – In attesa che i contorni della vicenda vengano svelati nella conferenza stampa che ci sarà fra poco, iniziano a spuntare i dettagli che hanno portato al terremoto in Provincia e all’arresto del presidente della Provincia, Antonio Di Maria (difeso dall’avvocato Antonio Leone). Le ipotesi di reato contestate al numero uno della Rocca sono tentata corruzione, e turbativa d’asta e induzione indebita.

Questa mattina i Carabinieri hanno effettuato le perquisizioni alla Rocca dei Rettori, alla presenza di Di Maria e in via largo Carducci, alla presenza di Giordano e Panarese, tra gli indagati.