Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – I grillini fanno il punto sulle istanze presentate negli anni a Palazzo Mosti, circa 20 cui le amministrazioni, a loro dire, non avrebbero dato risposte.Per questo motivo una delegazione dei Cinque Stelle  ha posto l’accento sulle questioni irrisolte al Presidente del Consiglio Comunale Luigi De Minico: Nonostante – ha spiegato l’attivista Vittorio Giangregorio – lo statuto del Comune di Benevento preveda tempi precisi, non abbiamo mai avuto risconti, nonostante solleciti al Prefetto”.  

Tre le tematiche ricordate: “La prima è la possibilità di indire dei referendum abrogativi o confermativi sull’operato dell’amministrazione. Così facendo la cittadinanza potrà valutare la vita politica. Ma lo strumento deve essere regolamentato”. La seconda la possibilità di vedere il consiglio comunale da casa tramite lo streaming: “E’ importante che i cittadini possono seguire le discussioni e le tematiche principali”. Altro punto che a dire dei pentastellati  andrebbe  reso pubblico  è legato alle modalità di l’utilizzo degli spazi pubblici:” Ad oggi non tutti hanno chiaro come poter fare per affittare un teatro o una piazza”.

Su questo tema il Presidente De Minico ha sottolineato: “Esistono degli spazi che non possono essere utilizzati, ma non per colpa nostra. Pensiamo a quelli di Palazzo Paolo V, per dieci anni affidati ad una cooperativa dalla passata amministrazione. E’ una scelta che non ho condiviso, prima di farlo avrebbero potuto aspettare il risultato della tornata elettorale così chi è  subentrato avrebbe potuto di decidere come procedere”. In merito alle istanze ha invece chiarito: “Sono sicuro che darò risposte rapide posso già affermare di non avere nulla in contrario sulla ripresa integrale del consiglio comunale”.