Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Partecipazione e commozione per l’ultimo saluto a Gaetano Allegretti. Una figura amata da tutti, un simbolo del Sannio sportivo e non solo. Si sono svolti questo pomeriggio presso la chiesa dell’Addolorata, nel Rione Libertà, i funerali dell’ex massaggiatore e magazziniere del Benevento, scomparso ieri all’età di 89 anni. All’esterno una folla di amici, tifosi e semplici cittadini hanno voluto omaggiare “Zio Gaetano”, a cui sono stati dedicati dei cori e uno striscione a firma del ‘Primo Anello’: “Uomo vero di sani valori, una vita dedicata ai nostri colori. Resterai sempre nei nostri cuori. Ciao Zio”. Parole che si accompagnano a quelle dello striscione esposto ieri allo stadio Vigorito dalla Curva Sud: “Tra leggenda, storia ed arcano, riposa in pace orgoglio beneventano. Ciao Zio Gaetano”. Attestati di stima continui, per Gaetano Allegretti, ricordato nell’omelia dal vice parroco dell’Addolorata, don Daniele Ciullo: “E’ un momento triste per tutti coloro che lo hanno conosciuto, la sua dipartita lascia un vuoto incolmabile. Ora Gaetano potrà godere dell’amore di Dio, vedere qui tanti ragazzi dimostra come si sia messo al servizio delle persone con umiltà e semplicità. E’ stato un esempio per i più giovani e deve continuare ad esserlo in un mondo in cui oggi l’umiltà manca spesso”. Sulla bara la maglia celebrativa per i novant’anni del Benevento e una sciarpa giallorossa, a simboleggiare il suo grande amore per una squadra che ha seguito con dedizione per oltre 60 anni. Tra i presenti anche molti volti legati al club sannita in svariate epoche come gli ex presidenti Ernesto Mazzoni e Gianraffaele Cotronei, oltre agli ex calciatori Paolo Saviano, Franco Bottalico, Alfredo Zica, l’ex preparatore atletico Armando Fucci e l’attuale fisioterapista Ernesto Galliano. Al termine della funzione un lungo applauso ha accompagnato l’uscita del feretro tra lacrime e commozione per l’addio a un pezzo di storia dello sport cittadino.